Utente 452XXX
buonasera dottori
vi espongo il mio problema:circa due anni fa mi sono operato di fistola sacro-coccigea con metodo aperto.3 mesi di convalescenza e tutto ok per due anni.
3 mesi fa (giusti) mi sono rioperato,metodo aperto, in quanto ho avuto una recidiva..
durante le medicazioni l infermiera notava un piccolo buchino sotto,quasi vicino l ano.fatto controllare dal chirurgo che mi dice di essere tutto ok..non contento mi faccio visitare da un altro chirurgo che conferma le parole del primo.
passati i tre mesi la ferita quasi del tutto chiusa,si riapre proprio nel punto dove l infermiera notava il buchino..
mi e' ritornato il dolore ,esce pus ed ovviamente l infermiera mi ha riallargato il tutto per controllarlo ben bene..
sapete voi darmi una spiegazione a tutto questo??
sono preoccupato ,non vorrei rioperarmi per la terza volta.
grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente è indispensabile alla luce di questa evoluzione una rivalutazione specialistica per darle una risposta seria.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 452XXX

Iscritto dal 2007
Aggiungo che l infermiera che mi fa le medicazioni oggi pulendomi la ferita non nota niente di anomalo ...pulito ma profondo in quanto mi ha "grattato" ..il dolore dipende da quello?
Il buco oggi e' di 2x2 cm e profondo altrettanto .lei mi dice che la zona in questione e sempre l ultima e la più difficile da chiudersi!ritorno da chirurgo che mi ha operato o paziento un altro po?
Grazie
[#3] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente un controllo del chirurgo è necessario, senza ovviamente precipitarsi.
Saluti