Utente 348XXX
Gentile dottore vorrei sottoporvi il mio problema, per una sua valutazione e consiglio sul da farsi e se le procedure sono corrette e come dovranno proseguire le cure nel tempo.

Dopo aver fatto la TURV. Nella lettera di dimissione la diagnosi era la seguente: Neoformazione della vescica in attesa di riscontro istologico.
Sono stato sottoposto alle seguenti procedure diagnostiche-terapeutiche: Resezione transuretrale della neoformazione (TURV). Cateterizzazione uretrale sinistra.

Le dico pure che solo per caso è stato scoperto,dato che ogni anno faccio il controllo della prostata e di conseguenza della vescica e dei reni. Non avevo avuto alcun sintomo.

L’'esame istologico è il seguente:
MATERIALE INVIATO: TURV vescica
DESCRIZIONE MACROSCOPICA: Frammenti bioptici inclusi in toto (pp)
DIAQNOSI: Frammenti di mucosa vescicale con carcinoma uroteliale papillifero di basso grado (G1), infiltrante la lamina propria (T1)-
Sono stato inviato al reparto oncologico e mi è stato detto che devo fare CTendovescicale per 6 settimane una volta a settimana con mitomicina.
Vorrei gentilmente un suo parere.
Sono preoccupato che è una cosa non guaribile mi dica Lei.
Distiniti Saluti
[#1] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo
48% attività
4% attualità
16% socialità
FURCI SICULO (ME)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
immagino abbi afatto anche TC o comunque uno studio dell' addome e che tutto sia negativo.


Per il resto è un basso grado e può stare tranquillo, ma facendo i controlli.
[#2] dopo  
Utente 348XXX

Iscritto dal 2014
Gentilissimo dottore, la disturbo di nuovo.Dopo quanto ho descritto in precedenza, ho fatto l'esame citologico delle urine con il seguente risultato: "Centrifugati urinari inglobanti emazie, associati ad alcuni elementi di tipo flogistico e a cellule epiteliali delle basse vie talora in aggregati simil-papillari con aspetti regressivi e dotati di lievi citoatipie". giorno primo agosto dovrò fare una cistoscopia sia per togliere uno stent sia per fare una esplorazione vescicale.
Vorrei gentilmente un suo parere sul risultato dell'esame.
Sono molto preoccupato.
La ringrazio inviando cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo
48% attività
4% attualità
16% socialità
FURCI SICULO (ME)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
tranquillità. Popi la cistoscopia dirà il resto.
[#4] dopo  
Utente 348XXX

Iscritto dal 2014
Ho fatto,in data 01/08/2014, la cistoscopia con la seguente diagnosi clinica:
Pregressa neoformazione della vescica già sottoposta a TURV con resezione dell'ostio uretrale sinistro.
Portatore di stent uretrale sinistro.

Cistoscopia negativa per recidiva di neo formazione. Rimozione endoscopica dello stent.

Si consiglia:
Continua terapia antiblastica endovescicale.
Continua follow up oncologico con citologia urinaria ed ecografia vescicale di controllo tra 3 mesi e cistoscopia tra 6 mesi.
Terapia domiciliare con Suprax 400 mg compresse dispersibili 1 cp al giorno x 5 giorni.

Ora la domanda che mi AFFANNA:
Se la cistoscopia è negativa, perchè l'esame citologico delle urine,fatte il 14/07/2014 con il seguente risultato: "Centrifugati urinari inglobanti emazie, associati ad alcuni elementi di tipo flogistico e a cellule epiteliali delle basse vie talora in aggregati simil-papillari con aspetti regressivi e dotati di lievi citoatipie". Che significa questa terminologia? Devo fare altri tipi di esami? O va bene quello che mi consiglia l'urologo?
[#5] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo
48% attività
4% attualità
16% socialità
FURCI SICULO (ME)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Prosegua con il monitoraggio. Poche cellule con atipie non sono tuimore, ma la vescica và monitorata.