Utente 349XXX
Salve.
Tre anni fa ho avuto una fistola che si è manifestata con pus e un po' di sangue, poi il mio medico curante di quel periodo mi ha somministrato una cura antibiotica e questa è scomparsa.
Da martedì avvertivo un lieve dolore al coccige e toccando la parte ho notato qualcosa di duro e il mio medico curante di adesso mi ha confermato che è una cisti pilonidale e mi ha avvertito che ci sono due strade, o curarla con l'antibiotico o estirparla con un intervento chirurgico.
La ciste si presenta solamente come un qualcosa di duro, senza alcuna espulsione di materiale e senza infiammazione. Da venerdì, giorno successivo alla visita medica, sto seguendo una cura antibiotica consigliata dal medico, ma ho intenzione, se possibile, di operarmi chirurgicamente perchè voglio eliminare questo problema.

Adesso, quel che chiedo è:
-di solito per un'operazione, quanto si aspetta? O si può scegliere quando farla?
-in cosa consiste il periodo di convalescenza?
-posso operarmi anche se sono sotto questa cura antibiotica e anche se la ciste è in questo stato?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Ugo Manlio Cuomo
28% attività
0% attualità
16% socialità
CASERTA (CE)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
l'asportazione di una cisti pilonidale viene effettuata in anestesia locale in regime di day surgery. L'attesa dipende dalla lista della struttura alla quale si rivolge. Dopo un paio di settimane potrà fare quasi tutto. L'intervento va eseguito in assenza di infiammazione.
Cordialmente.
[#2] dopo  
Utente 349XXX

Iscritto dal 2014
L'intervento va eseguito in assenza di infiammazione, quindi è buono che stia seguendo la cura per togliere l'infezione. In questo lasso di tempo la cisti mi si è sgonfiata quasi totalmente.
Oggi andrò a fare una visita dal mio medico così potrà valutare e se possibile chiederò di farmi fare l'intervento perché voglio liberarmi definitivamente di questo problema.

Dr. Ugo Manlio Cuomo, la ringrazio per risposta e per avermi chiarito le idee, ma c'è un unico punto che non mi è stato risposto: vorrei sapere in cosa consiste il periodo di convalescenza. Vorrei sapere più o meno cosa potrò fare e cosa no per intenderci.