Utente 178XXX
Buongiorno dottore la contatto per un problema che sto riscontrando nell ultimo anno in modo sempre piu frequente..
Premetto che sono un ragazzo di 25 anni e pratico sport (pallavolo) fin da bambino..5 anni fa ho subito un grave infortunio al ginocchio e tempo un anno sono rientrato a giocare....negli ultimi 2 anni ho subito altri 2 intervento sempre al solito ginocchio che mi hanno portato a smettere con la pallavolo.....come altra attività ho la palestra che prima usavo come rifinitura di allenamento (3 allenamenti più+1/2sedute pesi+partita) mentre ora lo pratico proprio come sport (4 allenamenti fissi a settimana)....aggiungo anche che sono una persona molto ansiosa, ipocondriaca e che ha paura di avere un sacco di malattie in particolar modo cardiache..
Le spiego il mio problema...come le dicevo è un 7-8 mesi che ho episodi che mi portano ad avere affanni, sfasamenti di testa, fatica a respirare (un paio di volte quasi soffocamento) e battito accelerato e forte... Questi episodi coincidono sempre con delle situazioni precise in modo più o meno accentuato:
-quando mangio mi capita magari che ho sfasamento di testa (non sempre)
-quando faccio attività fisica nella parte del riscaldamento, soprattutto quando si tratta di un attività aerobica, ma poi passato quel momento procedo lo sforzo senza troppi problemi
-quando ho sbalzi repentini di temperatura (esempio il bagno in mare con l'acqua fredda)
Ecc ecc..... C e anche da dire che molte volte che mi avvicino a questi tipi di attivita mi faccio già il mio "film" e a volte vado in ansia prima ancora di cominciare con tutti i sintomi descritti sopra....
Quindi io sono convinto che una componente di "testa" ansiosa ci sia di base (tutta quest ipocondria è nata dopo il primo infortunio grave e d è cresciuta piano piano come anche i sintomi), ma volevo sapere secondo Lei se tutto questo è solo ansia o ci possa essere sotto una patologia cardiaca (giusto per chiarire io tutti gli anni faccio la visita medico sportiva e non mi hanno mai trovato nulla)
La ringrazio in anticipo spero mi possa dare una mano perche faccio fatica in alcune occasioni a fare cio che mi piace e cio è debilitante....sono disposto a rispondere a eventuali sue domande sulla mia condizione

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non è il cuore il suo problema....deve assolutamente rivolgersi ad uno psicologo.
Saluti cordiali
[#2] dopo  
Utente 178XXX

Iscritto dal 2010
Beh....per me è gia una nota positiva....la ringrazio del rapido intervento....a dir la verita mi preoccupa un po il deve assolutamente.....perche potrebbe crearmi disturbi di altra natura?
Ancora grazie mille dottore
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
L'ansia non va sottovalutata....e con il passar del tempo, se non adeguatamente controllata, può essere causa di "somatizzazioni" ossia comparsa di problemi organici su base funzionale (es. ulcera gastrica, infarto ect).
Saluti
[#4] dopo  
Utente 178XXX

Iscritto dal 2010
Grazie mille dottore......la ricontattero nel caso in cui ci fossero sviluppi..
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Utente 178XXX

Iscritto dal 2010
Dottore, mi scusi la ricontatto a distanza di tempo......volevo sapere secondo le, anche se mi ha escluso il problema al cuore, un quadro del genere è riconducibile ad una stenosi valvolare?????? Ho sentito che le stenosi portano generalmente dispnea da sforzo, annebbiamento della vista sempre sotto sforzo, veritigini ortastatiche.....
La ringrazio e scusi ancora il disturbo....è solo che sto facendo fatica a fare cio che piu mi piace, cioe lo sport e volevo capire se è solo un problema psichico (e lo spero) piuttosto che un problema di cuore.....grazie e scusi ancora