Utente 351XXX
Salve a tutti Dottori, la mia oltre che una domanda è mera curiosità:

il giorno 23 di questo mese, quindi 7 giorni esatti orsono, ho subito una:
"Frattura scomposta ed angolata del terzo distale del V metacarpo"

La frattura è stata ridotta e riportata in sede con una manovra da parte dell'ortopedico del pronto soccorso, il quale ha poi provveduto ad applicarmi una ingessatura.

Oggi, e quindi ripeto a distanza di 7 giorni dall'ingessatura, ho eseguito un RX di controllo che ha confermato la corretta riduzione della frattura.

Vorrei sapere: fino a quanti giorni dopo la frattura e la conseguente riduzione può esistere il rischio che quest'ultima si "sposti" e vada nuovamente "fuori asse"?

Dopo quanti giorni in pratica si elimina questo rischio per il tipo di frattura che ho subito?

Vi ringrazio anticipatamente dell'attenzione che darete al mio quesito.
[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

se non fa dei movimenti forzati all'interno del gesso, di norma il pericolo si considera nullo dopo 3 settimane.

Buon pomeriggio.