Utente 760XXX
Spettabili Dott.
1) il cialis e il viagra danno effetti di tachifilassi (assuefazione)?
2) se danno origine a tachifilassi in che modi e tempi?
3) Alcuni dicono che aiuta a ripristinare la corretta circolazione nelle zone genitali (mi viene in mente tipo farmaci come venoruton), è vero?.
4)se necessario un esempio ammettiamo che un uomo bianco di 25-30 anni di razza caucasica essendosi sottoposto a tutti i tipi di controlli possibili e immagginabili molto scrupolosi e avendo consultato anche più medici tutti dello stesso parere di essere necessario il trattamento farmacologico con cialis può venire colto da un dubbio:
Ho 30anni se campo fino a 90 anni e ho la fortuna e la voglia di fare sesso ma questi farmaci presi per 60 anni che mi fanno?
Ci sono idee o ipotesi di cosa fanno questi medicinali a lungo termine?
Mi fanno guarire?
Nigliorano le mie condizioni a lungo termine oppure rischio di diventare impotente definitivamente?


Leggendo tutte le altre risposte vedo che viene sempre rimandata questa domanda fatta più volte da più presone ma in modo forse sbagliato. La mia è semplicemente una richiesta di fare informazzione pensando che questo sia lo scopo di questo sito fornendo elementi di studi, ipotesi ed esperimenti seri da chi dovrebbre saperne più di noi per studio e possibilità di accesso ad informazioni.
Ringraziandovi anticipatamente
Pino

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Sig. Pino,queste domande avrebbe dovuto porle al collega che Le prescrive il farmaco (o i farmaci) in questione.Viceversa,ho la sensazione che utilizzi autonomamente canali paralleli cercando chiarimenti sul web.Comunque,allo stato attuale,non é stata dimostrata né tachifilassi,né,in dieci anni di "era viagra",significativi effetti collaterali a lungo termine.Gli inibitori delle fosfodiesterasi non hanno (non é stato ancora dimostrato) un effetto terapeutico ma,a mio modo di vedere,rappresentano un'importante opzione volta a superare il disagio sessuale che,spesso,é secondario a malattie (dismetabolismi),interventi chirurgici (prostata,vescica,retto etc.) e stili di vita scorretti.Non capisco perché debba pensare di "dover" assumere per 60 anni questi farmaci...Mi limiterei ad augurarLe di "poter" assumere gli stessi,mantenendo costantemente un corretto rapporto (non solo epistolare) con l'andrologo di riferimento,garantendo quella sinergia medico-paziente che impedisce,o limita,timori,ansie e preoccupazioni.Cordialtà.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

ad oggi non è stata dimostrata alcuna forma di tachifilassi con l'uso del viagra-cialis-levitra.
Sono dei farmaci con azione vasodilatatrice che teoricamente potrebbero essere assunti per anni o decenni cosi come , per anni o decenni, si assumono i farmaci per la tiroide, per la pressione, per la prostata...........
Nel caso il paziente fosse spaventato od infastidito da tale ipotesi potrebbe prendere in esame soluzioni terapeutiche per la propria disfunzione erettile diverse da quella farmacologica...
Senta uno specialista andrologo
cari saluti