Utente 316XXX
Buongiorno a tutti,
vi scrivo perchè ho un problema al quale non riesco a trovare risposta.
Cercherò di essere il più chiaro possibile nella mia "ignoranza" in materia.
Ho il nasoche è più rosso delle altre parti del viso e premetto che ho preso in passato spesso il sole non protetto. Ora invece usoun alta protezione solare(lavoro spessosotto il sole).
noto molti capillari sulla zona laterale del naso, o non so se possa essere un problema di couperose.
Recentemente sono andato da un chirurgo estetico/plastico e mi ha detto che non sapeva come affrontare il mio problema, che probabilmente non rientrava nelle sue competenze. Lo stesso mi ha detto di rivolgermi da un angiologo visto che molto probabilmente il problema era dovuto ai capillari e ad una sensibilità alta del naso(visto che lo stesso diventa molto rosso quando c è molto caldo e quando c è molto freddo).Sono andato così da un angiologo e mi ha sottoposto al laser, e devo dore che mi ha tolto quasi tutti ii capillari presenti sul naso. Rimane il problema però del rossore di questo naso, molto più marcato del resto del viso. Chiedo consiglio cosa si potrebbe fare? e soprattutto mi sono rivolto agli specilaisti giusti?o prima di recarmi da un chir.plastico o aun angilogo avrei dovuto andare da un dermatologo, al quale non mi sono rivolto?Ci sono possibilità di elimirare questo rossore o no?

Ringrazio in anticipo.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr.ssa Floria Bertolini
24% attività
20% attualità
12% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2001
Gentile Utente,
Lei è giunto alla conclusione esatta.
Senza l'obiettività clinica mi è impossibile darle una risposta certa, ma probabilmente soffre di rosacea (la couperose), che nel suo caso è più marcata al naso,
Le teleangiectasie (i capillari) che si formano e che insistono anche dopo la terapia medica, per asportarli è necessario fare ricorso a laser vascolari (e spesso gli stessi dermatologi sono attrezzati per poter fare questa terapia), ma per controllare la patologia - che è una malattia a decorrenza cronica - è necessario affidarsi al consulto del dermatologo che, se si tratta di rosacea, la tratterà con sole cure locali o in associazione a farmaci sistemici in base alla infiammazione che presenterà quando lo consulterà. Inoltre ci sono norme comportamentali che riducono il rischio di recidive. Naturalmente questa patologia, la causa più probabile del suo disturbo, va in diagnosi differenziale con malattie meno frequenti e che si aggravano con l'esposizione al sole. Ma per fare la diagnosi sarà necessaria la visita e non escludo che possa essere necessaria anche qualche indagine per la diagnosi differenziale.
Cordiali saluti,