Utente 338XXX
Buonasera, circa 5 mesi ho avuto un operazione per risolvere un problema di fimosi non serrata e frenulo corto. Il chirurgo però, ha fatto il lavoro a merà, mi ha rimosso solo il frenulo lasciandomi l'anello fimotico intatto dicendomi che non era necessario intaccarlo in quanto l'aver reciso il frenulo avrebbe allargato l'anello……speravo avesse ragione ma purtroppo ho ancora questo fastidioso problema.
vorrei chiedervi un paio di cose.
Dato il fatto che ho una fimosi non serrata e in condizioni di riposo riesco a scoprire il glande facilmente, non voglio farmi fare la circoncisione, per me è un operazione troppo drastica…..per un caso lieve come il mio sembra più adatta una prepuzio plastica.
Nessuno degli urologi con cui ho parlato mi ha proposto questa operazione.…voi la praticate? avete altre informazioni da darmi a riguardo? o tagliate subito la testa al toro? (circoncisione)

Per l'operazione non risolutiva di cui ho parlato prima, ho avuto un'anestesia locale (iniezioni sull'asta del pene e sul glande) che si è rivelata molto fastidiosa. Avevo il pene completamente nero per gli ematomi e gonfio (era qualcosa di orribile) per una decina di giorni con difficoltà ad urinare.
Esiste qualche anestetico sotto forma di crema o spray che permetta di agire su una piccola porzione di pelle?…in questo caso sul prepuzio.

Vi ringrazio anticipatamente per le risposte!
Saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

parto dalla sua ultima osservazione che ci descrive una anestesia locale, alla base del pene, che sembra essere poco realistica o praticata da anestesista o da chirurgo un pò distratto o non abituato a tale tipo di chirurgia (ematomi, edemi, soprattutto difficoltà ad urinare non sono problemi molto frequenti dopo una frenulectomia); poi sul decidere se fare o meno una plastica prepuziale tutto dipende dalla sua situazione anatomica di partenza e la decisione va sempre presa con il suo medico di riferimento e sempre dopo attenta valutazione clinica diretta.

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 338XXX

Iscritto dal 2014
Buonasera Dottore,
Non ho assolutamente esagerato nel descrivere la mia situazione dopo l'operazione.
I disagi citati non erano ovviamente riferiti all'operazione di frenulectomia in sé ma all'anestesia che, ripeto, mi ha ridotto il pene in uno stato pietoso: completamente nero e molto gonfio.
E ci mettevo molto più tempo del solito ad urinare, il getto era sempre storto e a bassa pressione.
Ora mi sembra di capire che l'anestesista non abbia fatto un buon lavoro…..secondo lei, un anestesia locale del genere (fatta per bene) che cosa comporta??
La prego di rispondere anche a questa domanda che già le ho fatto: Esiste qualche anestetico sotto forma di crema o spray che permetta di agire su una piccola porzione di pelle?…in questo caso sul prepuzio.

Grazie, saluti.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

certo esistono anche creme o spray che contengono un prodotto anestetizzante e che, se applicati prima di una manovra chirurgica, possono essere utili; ma le ripeto difficile immaginare una scenario così drammatico, come quello da lei descritto, se un'anestesia locale viene fatta come usualmente viene praticata.

Ancora un cordiale saluto.