Utente 353XXX
Salve,
vorrei chiarire un dubbio sul 'rapporto' presente tra fumare marijuana e salute cardiaca (tralasciando ogni tipo di presunto effetto su polmoni e cervello). Non fumo sigarette e con frequenza decisamente discontinua (puo' capitare di averne una al giorno per due giorni di fila, o addirittura nessuna per anche un mese) mi insorgono delle extrasistoli (come se il cuore perdesse un battito e lo recuperasse al successivo, situazioni abbastanza fastidiose ma non debilitanti e, almeno credo, non pericolose): sempre da sdraiato, sempre in situazioni di rilassamento, quasi sempre a stomaco pieno; pertanto a Dicembre dell'anno scorso ho deciso di sottopormi ad un elettrocardiogramma ed un eco color doppler che, fortunatamente, hanno scongiurato problemi cardiaci.

Alla luce di questa situazione vorrei il vostro parere sui possibili effetti della cannabis (fumata saltuariamente ) sul mio cuore: solitamente il battito cardiaco aumenta e puo' arrivare anche a 145 bpm per un'oretta: puo' rappresentare una situazione di pericolo a livello cardiaco? Durante questa ora (a volte anche di piu') aumenta il rischio di infarto, arresto cardiaco, extrasistoli, fibrillazioni rispetto a quando non fumo?
Insomma fumare marijuana puo' in qualche modo creare situazioni per le quali il cuore soffra troppo e smetta improvvisamente di battere?
Grazie in anticipo per la risposta,
cordialmente
Roberto

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La Maijuana provova gli effetti cardiovascolari che lei ha descritto.
Tralasciando i danni cerebrali ormai accertati con l'uso anche saltuario di questa sostanza , le frequenze che lei riporta non fanno certo bene al cuore piu' sano.
Le faccio inoltre presente che la Legge del nostro stato punisce chi le fornisce tale sostanza con l'arresto immediato.
Arrivederci
[#2] dopo  
Utente 353XXX

Iscritto dal 2014
Grazie mille Dr. Cecchini, veramente, le sono grato per la risposta, mi rimane però un dubbio: lei mi ha spiegato che frequenze così alte non fanno di certo bene neanche al cuore più sano, ma alla luce delle mie extrasistoli, secondo il suo parere, esiste un reale rischio per il cuore a breve termine? Nel senso, il thc potrebbe magari essere il fattore scatenante di qualche particolare aritmia anche pericolosa per la vita?
Cordialmente
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Si
Risposta laconica ma reale.
Arrivederci