Utente 725XXX
Ho 42 anni e soffro di ipertenzione con pressione alta soprattutto la minima. Come terapia prendo il lobivon al mattino e quinazide la sera.Nonostante i due farmaci la minima non scende al disotto di 90/95 mentre la massima si mantiene sui 120. Adesso ho le due caviglie sempre gonfie e faccio fatica anche a camminare. Da che cosa puo dipendere? In attesa di risposta vi porgo i miei distinti saluti e buon lavoro. GRAZIE

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente:

Non è facile rispondere al suo quesito.
Posso comunque dirLe che la sua pressione minima (diastolica) non risulta ottimamente controllata e che i farmaci che sta utilizzando per la pressione, in genere non provocano (tra gli effetti collaterali) edemi degli arti inferiori come invece accade per altri farmaci quali per esempio i calcio antagonisti
Sarebbe, a mio modesto parere, indicato esguire ulteriori accertamenti mediante l'esecuzione di ECG ed ecocardiogramma per poterLe essere maggiormente di aiuto.
A disposizione per ulteriori consulti, La saluto cordialmente
[#2] dopo  
Utente 725XXX

Iscritto dal 2008
Gentilissimo dottore ho fatto sia l ECG che ECOCARDIOGRAMMA ma mi hanno detto che e tutto apposto poi ho fotto ecocolordoppler arti inferiori e mi hanno detto che stava tutto nella norma. Resta il fatto che continuo ad avere le caviglie gonffissime e faccio molta fatica a camminare. Se puo darmi qualche indicazzione su cosa fare le sarei molto grato. Grazie per la sua gentile disponibilita e in attesa di una gentile nuova risposta la saluto cordialmente. Sempre un grande GRAZIE
[#3] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile Utente:

Se l'ecodoppler degli arti inferiori ha esplorato sia il distretto arterioso che quello venoso rimane ancora da esplorare la circolazione linfatica che potrebbe avere giovamento da sedute fisioterapiche per sempio mediante linfodrenaggi, ma in questo caso il mio consiglio è quello di rivolgersi ad un fisiatra.

Cordialmente
[#4] dopo  
Utente 725XXX

Iscritto dal 2008
Gentilissimo dottore da un fisiatra non ci sono mai andato. Se lei dice che potrebbe essermi di aiuto ci andro subito. La ringrazio infinitamente della sua disponibilita. Distinti saluti e buon lavoro.
[#5] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente:

Mi faccia sapere il risultato del suo eventuale consulto con un collega fisiatra.

A disposizione per altri consulti
[#6] dopo  
Utente 725XXX

Iscritto dal 2008
Dottore lei e gentilissimo .Le faro sapere sicuramente il risultato del consulto con un fisiatra. Grazie ancora la sua gentilezza e unica.