Utente 359XXX
Salve,
ho 40anni. Nel 2012 ho effettuato una RNM al ginocchio SX che ha riscontrato:

lesione del cono posteriore menisco mediale senza interruzione della superficie articolare della fibrocartilagine;
lesione parziale del collaterale mediale
lesione parziale dell'inserzione femorale del LCA

COn questo referto, l'ortopedico mi ha operato a giugno 2013 solo di LCA (ho scoperto dopo)

Dopo 1 anno ho ripreso a fare un po di attività fisica e poi un po' di calcio e durante un tiro da posizione laterale (quindi con torsione del ginocchio in questione che era della gamba di appoggio) ho sentito una fitta lungo tutta la parte esterna della gamba e da quel momento non ho più giocato ed ho dolori a fare attività ed a piegarmi.
Nuova visita e nuova RMN dalla quale risulta che PERMANE la fissurazione meniscale (quindi la stessa) e c'è una lesione cartilaginea condilo femorale laterale con esposizione dell'osso subcondrale di 11mm con edema della spongiosa.

a questo punto mi chiedo:
1. E' normale che in un intervento di LCA non si sani anche una lesione meniscale volutamente?
2. E' possibile che tale lesione meniscale abbia influito sulla lesione cartilaginea?
3. Cosa è meglio fare adesso?

[#1] dopo  
Dr. Silvio Boer
28% attività
8% attualità
16% socialità
TORRE PELLICE (TO)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
Sinceramente è molto strano che in un intervento di ricostruzione del Crociato si tralasci di fare anche una revisione meniscale in quanto durante l'intervento di ricostruzione del legamento se eseguito per via Artroscopica essendo già in articolazione tale pulizia del menisco viene effettuata in tempi molto rapidi rispetto alla ricostruzione del legamento. Occorre quindi vedere il Referto operatorio allegato all'intervento stesso dove l'operatore avrà indicato cosa è stato eseguito. La cosa più normale invece è che sia stata eseguita la pulizia meniscale oltre alla ricostruzione del crociato, il che spiegherebbe anche il fatto che non riferisce dolore successivo all'intervento stesso, ma a seguito di un nuovo trauma distorsivo come Lei riferisce si sia verificata una nuova lesione del menisco stesso. Chiaramente una lesione del menisco può avere come conseguenza una lesione cartilaginea e quindi se esiste lesione occorre eseguire una Artroscopia per fare diagnosi corretta e guarire le lesioni. Cordiali saluti, Dr.Silvio BOER
[#2] dopo  
Utente 359XXX

Iscritto dal 2014
Salve dr Boer,
grazie per la Sua risposta.
solo per essere certo di aver compreso bene.
Nella seconda RNM, hanno testualmente scritto che "PERMANE la fissurazione meniscale". Da non addetto ai lavori, mi verrebbe da immaginare che sia la stessa dell'esame precedente, mi sbaglio?
Grazie


[#3] dopo  
Dr. Silvio Boer
28% attività
8% attualità
16% socialità
TORRE PELLICE (TO)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
La dicitura del Referto "Permane" farebbe effettivamente pensare ad un riferimento alla pregressa lesione non trattata. I casi sono due: o la lesione era talmente minima tale da fare decidere il Chirurgo di non trattarla oppure la lesione è una recidiva come può effettivamente capitare dopo un trauma distorsivo come Lei riferisce. Il fatto che Lei non abbia avuto più problemi dopo l'intervento se non dopo l'ultima distorsione farebbe maggiormente propendere per la seconda ipotesi. In ogni caso torno a confermarle che nella descrizione dell'intervento dovrebbe essere riportato l'iter e quanto fatto nell'atto chirurgico sia per quanto riguarda il tipo di ricostruzione del legamento crociato e sia eventualmente per il trattamento meniscale. Personalmente penso che la cosa migliore sia fare riferimento al Collega Ortopedico che ha eseguito l'intervento e che saprà sicuramente darle le spiegazioni del caso. Cordialmente Dr.Silvio BOER