Utente 360XXX
salve,

sono un ragazzo che da ormai due anni soffre di calo della libido
sono già stato visitato da parecchi andrologi.
il pannello ormonale è aposto.
il testosterone totale in particolare oscilla tra i 5,4 ng/ ml e i 6,9 ng/ml( range da 2 a 9), mentre il libero oscilla dai 15 ai 22 pg/ml(range 8-55).
il testosterone libero è molto basso per la mia età secondo me ma tutti gli andrologi che ho visitato hanno detto che è normale.
oltre a ciò soffro di uretrite e nello sperma ho trovato spesso cristalli e/o grumi.
dopo mille spermiocolutre e urinocolture risultate negative gli andrologi hanno alzato le spalle dicendomi che potrebbe essere una flogosi prostatica causata da un infiammazione intestinale.
qualcuno ha idea di cosa siano questi microcristalli nello sperma che poi causano uretrite?
4 anni fa ho assunto un farmaco( scusate un veleno legalizzato...) per 10 mesi a base di isotretinoina.
oltre ad avermi ridotto il fisico in stati pietosi e anche la psiche( migliaia sono le ricerche dove si è scoperto che inibisce la rigenerazione cerebrale e diminuisce l'attività metabolica nel lobo prefrontale) sembra anche essere un inibitore della 5 alfa reduttasi.
ora...ho letto che il DHT risulta essere almeno 3 volte più potente del testosterone come androgeno.stimola la libido la crescita dei peli e molto altro.
inoltre il testosterone se legato all'SHBG non produce i suoi effetti quindi non è utile.
poichè il farmaco potrebbe aver creato questo deficit di produzione di dht permanente ac ausa di una inbizione della 5 alfa reduttasi( oltre agli altri danni, uretrite compresa) vorrei sapere:
1 esistono farmaci che possono ripristinare questo livello ormonale?
2 è davvero l'androgeno più potente?
3un uretrite infiammatoria resistente( e non infettiva come si evince da spermiocolture e urinocolture) può essere associata a artrite rettiva? ( ho spesso dolori articolari e il farmaco causa mutazioni geniche quindi potrebbe averne risentito anche il sistema immunitario e una malattia autoimmune non sarebbe poi così inaspettata)

cordialità

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,non esiste alcuna relazione tra la presenza di cristalli nel liquido seminale,riscontro fisiologico,e stato congestizio/infiammatorio delle ghiandole seminali (prostata,vescicole seminali e bulbouretrali),come testimoniato dalla negatività degli esami colturali,urinari e seminali.La presenza di una colite va dimostrata,non ipotizzata.Il testosterone libero non ha alcun valore diagnostico,per problemi legati ai reagenti impiegati e l'assunzione di isotretinoina non può giocare un ruolo nel quadro clinico.Non credo che la consultazione sul web possa aiutarla ad uscire dal tunnel,piuttosto le creerà nuovi dubbi irrisolvibili in quanto basati su deduzioni insostenibili.Cordialità.
[#2] dopo  


dal 2014
salve,

la ringrazio per la celere risposta.
non so a cosa si riferisca in particolare per deduzioni insostenibili.
per quanto riguarda il farmaco posso dire che ci sono ricerche medico scientifiche( di Università Americane di alto livello, nel caso posso fornirle tutti i link) che giustificherebbero il sopracitato quadro clinico.
forse se i medici che prescrivono questo farmaco( che peraltro è un chemioterapico...) si informassero sul reale meccanismo d'azione di questo veleno ma sopratutto se informassero i pazienti dei danni permanenti che da( ma come potrebbero...?dato che loro sono i primi ad essere completamente disinformati)....beh ci sarebbero sicuramente meno situazioni di questo genere e molte persone sane in giro.
detto ciò il meccanismo del DHT mi pare sia spiegato in questo modo su qualsiasi libro di anatomia di conseguenza non credo sia insostenibile nemmeno questo.
oltre a un calo della libido vorrei anche far presente una diminuzione di peluria con zone di alopecia e un assottigliamento di quest'ultima.
dato che non ha risposto alle mie domande ne pongo un altra....potrebbe essere un problema di insensibilità da parte dei tessuti agli androgeni?
i microcristalli saranno fisiologici ma sono quest'ultimi che mi causano uretrite quindi immagino sia consono debellarli.( come pure i grumi)
esiste un modo?



cordialità
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...in un forum medico esistono 2 figure : lo specialista e l'Utente.In questo caso,é palese come vi sia una confusione di ruoli che non giova a fare chiarezza sul quadro clinico.Da parte mia,quindi,non vedo ulteriori possibilità di interfacciarmi con Lei.Cordialità.
[#4] dopo  


dal 2014
la ringrazio.

potrà anche esserci una confusione di ruoli ma il suo mi pare ben definito( dovrebbe avere anche una laurea) quindi in teoria dovrebbe essere in grado di rispondere alle mie domande.
La ringrazio comunque della disponibilità.

Cordialmente