Utente 279XXX
Gent.medici Vi scrivo per delucidazioni in merito al caso di mia moglie purtroppo venuta a mancare circa due mesi fa a soli 48 anni.In breve la sua storia:paz.dializzata da circa 24 aa(3 gg. a sett.), per varie cause interv. per perf.ne diverticolare, polmonite, e nei primi aa chiamata per trapianto solo come 2^scelta quindi mai effettuato era in lista definitiva da 5 anni. Ad ott. 2013 ha avuto anche FA con CVE avvenuta solo a febbr. 2014.Già ad ott. 2013 era stata instaurata terapia con Coumadin,proseguita anche dopo la CVE oltre alle solite medicine per ipert.ne che prendeva da sempre. Nel frattempo è stata chiusa la vecchia fistola artero venosa al braccio sn., ne è stata approntata un altra al braccio dx. ed è stato inserito un CVC.che ancora portava.Il 9 luglio 2014 recidiva della FA con CVE effettuata nella stessa giornata in pronto soccorso con proseguimento della solita terapia. All'improvviso il 19 luglio senza nessun preavviso mentre misurava la p.a. in casa è scivolata in terra iniziando ad avere fase di afasia e probabile emiparesi del braccio e gamba sn. I primi 7-8 minuti ha risposto anche a mie domande mentre si attendeva l'intervento del 118 che avevo chiamato che mi ha detto nel portarla via che era già in coma.
Circa 1 ora dopo dal fatto era comunque in rian.ne,lo stesso medico dopo la tac e consulto ha detto che non si poteva intervenire chirurgicamente la situazione era gravissima, portata in T.I. dopo 2 gg. ed esame eecf piatto è stata dichiarata deceduta. Questo il referto tac:voluminoso ematoma intraparenchimale(circa64mmx59mmx51mm) in sede nucleo-capsulare a ds, etc Cortesemente chiedo: 1)come mai studi esteri riportano l'inutilità del coumadin nei dializzati ed anzi il maggior rischio di sanguinamento e qui si continua a proporlo senza cercare alternative meno rischiose valutando rischio/beneficio considerando che già nel 2004 in dialisi mia moglie ebbe un Tia di pochissimi minuti(eseguite Tac, etc tutto negativo)e venne prescritta l'Aspirinetta che provocò epistassi e sostituita con Plavix alternato ad eparina fino al momento della FA;2) sia i cardiologi che i medici del centro dialisi non potevano proporre altri tipi di farmaci al limite anche quelli proposti prima ancora della FA anche considerando che la stessa pz.era stata comunque cardiovertita?3)come mai con questa sit.ne devastante non ci sia stato alcun sintomo premonitore nei gg precedenti e men che meno fino al momento dell'accaduto?Nel mio profondo dolore ringrazio anticipatamente.te x le risposte.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
È molto difficile capire se l ematoma intracerebrale che ha causato la morte della Signora sia stato spontaneo o a seguito della caduta a terra.
I pazienti con episodi di f.a. Parossistica vanno certamente trattati con Coumadin, specie pazienti come la Signora che hanno già presentato un Tia.
Purtroppo con la terapia anticoagulante si aumenta il rischio emorragico sia spontaneo che post traumatico, ma il beneficio in termini di riduzione del rischio trombotico è enorme.
Mi spiace molto per la sua signora
Un caro saluto
Cecchini
[#2] dopo  
Utente 279XXX

Iscritto dal 2012
Egr. Dott. Maurizio Cecchini,

La ringrazio per la cortese e celere risposta ma, insistendo chiedo ancora?

-possibile che non ci siano altri medicinali con minor rischio emorragico sempre considerando il rischio/beneficio nei pazienti dializzati che già sono sottoposti 3 volte a settimana ad un supplemento di anticoagulante utilizzato nel circuito macchina?.

Grazie di nuovo se vorrà ancora gentilmente rispondermi.

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
No mi creda, al momento non ci sono
Cordialmente
Cecchini