Utente 120XXX
Gentile dottore,
premesso che da sempre ho sofferto di ipertensione, comunque da tempo ho un aneurisma all'aorta ascendente, posto a circa 6 cm dalla valvola aortica. Nel 2009, quando mi hanno impiantato 3 by-pass, era di 42 mm, poi divenuto nell'ottobre 2013 di 45 mm. Proprio in questo periodo ho avuto una crisi di ipertensione (220/126), per cui sono andato al Pronto soccorso dove mi hanno ricoverato d'urgenza. Fatti tutti gli accertamenti, e datami una robusta terapia (mi sta rovinando lo stomaco), sono stato dimesso con valori pressori medi di 100-115 max e 60/70 min che adesso sono quelli miei abituali. Ho fatto dei successivi controlli all'aneurisma ed è stato riscontrato che è diminuito a 44 e poi a 43 (con ecocardio) e qualche giorno fa a 42 (con angiotac mdc).
Vorrei chiederLe dottore, secondo Lei, questa diminuzione potrebbe essere dovuta ad una semplice coincidenza per differenza di calibrazione delle strumentazioni, oppure è una effettiva diminuzione del diametro dovuta magari a valori abbastanza bassi? In sostanza, gli aneurismi posso regredire?
La ringrazio anticipatamente della risposta.
Cordialmente AS
[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
No non regrediscono.
Si può non peggiorare se i valori pressori sono mantenuti al di sotto di 125/75 mmHg e se si rientra in un peso ragionevole .
Pur tuttavia le dimensioni che lei riporta non mi paiono certo allarmanti .
Quindi controlli i valori pressori riportandoli al di sotto del limite che le ho indicato, cerchi di ridurre il peso corporeo, mangi senza sale, riduca il colesterolo al di sotto di 200 mg/DL e cammini molto
Ovviamente stia lontano dal fumo,
Arrivederci
[#2] dopo  
Utente 120XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio, dottore.
Faccio una camminata di 45/50 minuti al giorno e ho smesso da fumare da 30 anni. Mi piace mangiare talvolta con un po' di sale, ma cercherò di eliminarlo.
Cordialità. AS