Utente 361XXX
Buonasera, sono un ragazzo di 36 anni e volevo un parere su cosa debbo fare in questa situazione.
Per riassumere sono alto e magro (1,82 per 65 chili, quindi classico soggetto da pnx) e circa 16 anni fa a 20 anni ebbi un primo pneumotorace destro spontaneo trattato con drenaggio, ricaduta dopo due mesi trattata con intervento toracoscopico (apicectomia in quanto presente distrofia bollosa) e pleurectomia con 3 clips in titanio.
Dopo un mese dall'intervento ebbi una ricaduta sempre allo stesso polmone anche se senza collasso completo del polmone essendo appunto fissato con le clip, risolta con una decina di giorni di riposo senza drenaggio...
All'epoca ero fumatore lieve (5 sigarette al giorno e smisi del tutto).
Per 16 anni non ho piu avuto problemi, i primi mesi sono stati duri come dolori e sono stato molto riguardato, poi ho ripreso la vita di prima e non mi sono negato nulla in quest anni (motocross, go kart, nuoto, voli intercontinentali, discoteca tutti i sabati ecc ecc).
Da un paio d'anni ho ripreso anche se in maniera saltuaria (qualche sigaretta nel week end) a fumare.(ho gia smesso ovviamente)
Ora una settimana fa dopo 16 anni dall'intervento il pneumatorace si è ripresentato...i dolori sono forti, mi hanno fatto una tac e si è visto che il polmone non è collassato perché ci sono ancora le 3 clip di allora a tenerlo su...sembra che è di nuovo presente la distrofia bollosa in sede apicale..il chirurgo che mi operò allora ha visitato e visto la tac questi giorni, ha minimizzato, detto che le bolle possono essersi riformate con gli anni ma non vuol dire niente di grave, mi ha detto di stare a riposo una decina di giorni e tutto tornerà apposto, che le ricadute alla mia eta sono rare e che comunque rioperare un polmone gia operato e adeso alla pleura per via del vecchio intervento che ha compreso anche la pleureuresi non è semplice ne consigliabile in quanto il polmone non collassa più e se non collassa non c'è spazio per entrare con le sonde e operare..mi ha ovviamente detto di non fumare nemmeno per scherzo ogni tanto (e ovviamente non fumerò mai più in vita mia ci mancherebbe!!)

Ora ovviamente mi sento poco sicuro, ho paura di nuovo a prendere l'aereo, del fumo passivo e in pratica sono tornato indietro di 16 anni quanto a angoscia, con in più la paura di sapere che non essendo più operabile anche se avessi frequenti recidive me lo devo tenere...(è vera questa cosa??)

Qualcuno puo dirmi come devo comportarmi e cosa devo pensare di questa situazione? Mi hanno operato male all'epoca? Mi conviene sentire un altro consulto? Faccio finta che non è successo niente (a parte smettere di fumare) e riprendo la vita di prima senza pensieri?

Posso inviare radiografie e tac a chi vuole esaminarle...
[#1] dopo  
Dr. Paolo Scanagatta
32% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Buonasera,

leggendo la sua storia ritengo che quanto le ha detto il collega sia assolutamente condivisibile. Il rischio di uno pneumotorace completo in un paziente già sottoposto a pleurodesi è limitato e se evita di fumare attivamente ridurrà non solo il rischio di ulteriori episodi di recidiva, ma anche di incorrere in un enfisema polmonare sintomatico (più frequente nei pazienti che hanno avuto storia di pnx), problemi all'altro polmone, cardiopatie ed eventualmente malattie oncologiche.

La risposta alla sua ultima considerazione è che a parte il fumo deve riprendere la sua vita di prima senza ulteriori preoccupazioni.

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 361XXX

Iscritto dal 2014
Desidero intanto ringraziarla per la disponibilità e la velocità con cui mi ha risposto!

Attendo quindi a riposo l'assorbimento dell'aria (tra una settimana farò una radiografia di controllo in massima espirazione come mi è stato consigliato) e riprenderò gradualmente la vita di prima.
Immagino che sarà bene aspettare qualche altra settimana prima di intraprendere attività fisiche anche leggere come nuoto o corsa o go kart, partecipare a concerti affollati, o prendere aerei.
Mi sento di chiederle solo un paio di delucidazioni: oltre al fumo attivo (ABOLITO PER SEMPRE) c'è qualche cosa a livello di alimentazione, stili di vita, che possono in generale prevenire o favorire le recidive? Nel senso una vita stressante e molto attiva (per esempio poche ore di sonno, stress vari, uso di alcolici, abitudini alimentari scorrette ecc) possono indebolire i tessuti polmonari e quindi esporre a recidive oppure non vi sono correlazioni dirette?
Nel malaugurato caso di nuove recidive, essendo già stato operato anni fa, è vero che è impossibile un nuovo intervento in toracoscopia per togliere le bolle eventualmente riformatesi in questi 15 anni?
Chiedo queste perchè in caso di recidiva preferirei operarmi di nuovo piuttosto che portarmi dietro questo problema.
[#3] dopo  
Dr. Paolo Scanagatta
32% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
- Unica correlazione certa è con il fumo di sigaretta. Non vi sono correlazioni dimostrate con stili di vita, alimentazione o stress.
- Il reintervento videotoracoscopico non è in genere praticabile dopo che è stata eseguita una pleurodesi. In tali casi si utilizza un accesso in minitoracotomia ascellare con risparmio muscolare totale.

Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 361XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio di nuovo per la disponibilità e le informazioni!

Saluti,
Alessandro