Utente 778XXX
Gent.mi Dottori,

circa due mesi fa ho avvertito un'irritazione (un'estroflessione dolente) nella zona perianale che in pochi giorni si è espansa all'intero ano procurandomi prurito, a volte anche intenso. Tale fastidio sembrava essersi risolto nel giro di un paio di settimane; successivamente però (a distanza di un altro paio di settimane dalla fine del sintomo) si è ripresentato sempre come forte prurito/bruciore anale. Da circa una settimana, insieme a questo sintomo, sono iniziati a comparire delle specie di "calli" sul palmo delle mani e dei piedi che non mi procurano fastidio se non alla pressione degli stessi (il fastidio maggiore è dato da uno di questi calli comparso su un polpastrello). Sono di colore rosso, sottocutanei e del diametro di circa 5mm; alcuni di essi si sono "rotti" in superficie con desquamazione della pelle. Successivamente alla loro comparsa sul palmo di mani e piedi hanno cominciato a comparire sul glande e sul prepuzio.
Ritengo che il prurito anale e questi altri sintomi possano essere correlati; chiedo comunque se è possibile fornire qui un'ipotesi circa la causa e quale sia la figura medica professionale più indicata a cui rivolgersi dati questi sintomi.
Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
ritenendo gentile utente tutta da dimostrare l'ipotesi di associazione delle 3 problematiche che ci ha descritto, la invito a produrre in tempi brevi ma senza ansie immotivate, la visita dermatologica per chiarire la diagnosi e quindi l'eventuale connessione fra i segni e sintomi cutanei descritti : in tal sede è attualmente impraticabile in viirtù delle molteplici ipotesi diagnostiche.

cari saluti