Utente 780XXX
Salve, sono un ragazzo di 27 anni; spero di essere chiaro nella spiegazione del mio problema.
Da qualche mese ho rapporti costanti con la mia ragazza ( almeno uno a settimana ); premetto che sono i primi; a Aprile mi è stato riscontrata un infammazione della prostata (perdite di liquido e dolori e pesantezza basso ventre). Come cura mi è stato dato UROVAXON e PROSTENIL PLUS alternati per 8 settimane (ho iniziato questa cura da un mese). Diciamo che ad oggi non avverto migliorie, anzi si è presentato un altro problema; in pratica dopo aver avuto un rapporto il pene, senza avere alcuna erezione, è particolamente duro. Questo può dipendere da un'alteriore infezione della prostata oppure è legato al fatto che possa aver forzato il pene durante il rapporto? Inoltre averto come un gonfiore dentro al pene e alcune volte anche bruciore. Ho prenotato una visita ma è per settembre. Potreste dirmi cosa posso avere?
Grazie per la Vostra collaborazione
Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
dubito che UROVAXON e PROSTENIL PLUS abbiano potuto determinare un "indurimento" del pene. Le consiglio pertanto una valutazione andrologica per una valutazione diretta del problema.
[#2] dopo  
Utente 780XXX

Iscritto dal 2008
Dr Pescatori la ringrazio per avermi risposto; avrei però bisogno di chiederle altro. Da quando ho scritto ho incominciato a prendere del Nimesulide a bustine (2 al dì). Ad oggi ( dopo 4 giorni ) avverto bruciore sotto al glande (indipendentemente al fatto che urini) e dolore al pene in erezione.
Al pronto soccorso mi hanno detto di prendere solo le bustine ma il bruciore rimane.
Cosa mi consigliate di fare o di prendere?

GRAZIE per la collaborazione
Saluti

[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

i suoi problemi non possono essere affrontati , trattati e risolti al Pronto Soccorso!! Si faccia vedere da uno specialista, (a Torino non mancano!) che possa parlare con lei, ascoltare i suoi problemi, visitarla e farle fare gli accertamebti che lui ritenesse utili
cari saluti