Utente 259XXX
Buongiorno!
Avrei bisogno di un chiarimento: poco tempo fa ho fatto un ecocardiogramma e ho fatto presente al cardiologo che me lo ha fatto che a seguito di un holter pressorio mi è stata riscontrata una ipertensione diastolica borderline. Il cardiologo, dopo avermi fatto l'ecografia cardiaca, mi ha detto che se io fossi realmente iperteso, anche con una ipertensione borderline, avrebbe visto delle lievi alterazioni a livello cardiaco, mentre il mio ecocardiogramma risulta perfetto.
Ora vi chiedo: è vero ciò che dice? Una ipertensione diastolica borderline quanto tempo ci mette per provocare delle lievi alterazioni a livello cardiaco?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Le alterazioni che si determinano a carico del cuore per effetto di valori pressori alevati richiedono tempo e un'ipertensione vera....nel suo caso probabilmente il collega ha usato quelle parole per tranquillizzarla, ritendo che al momento (e a 26 anni è altamente probabile) lei non sia iperteso.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 259XXX

Iscritto dal 2012
Eppure, dottore, vedo che la mia pressione massima è sempre nella norma, ma la minima è mediamente di 87, sforando anche i 90 e qualche volta (molto molto raramente) ha dei picchi poco sopra ai 100. Non capisco se dovrei fare ulteriori accertamenti o meno, data la giovane età... Mi è stato detto semplicemente di tenermi sotto controllo perché in un prossimo futuro (magari dopo i 30 anni) è probabile che dovrò prendere farmaci)...
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Posso consigliarle di seguire un'alimentazione corretta riducendo il sale da cucina e seguendo uno stile di vita salutare evitando ad esempio il fumo (se fuma) etc...
Puo ripetere poi un Holter pressorio (sempre durante la stagione invernale) una volta all'anno per seguire l'evoluzione dei valori pressori nel tempo.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 259XXX

Iscritto dal 2012
Effettivamente credo che il mio problema sia proprio l'alimentazione. Io svolgo una vita sostanzialmente sana: non fumo, sono astemio, non bevo caffè, da quando ho scoperto questi valori borderline ho iniziato a fare una regolare attività fisica, però mangio male. Il punto è che non riesco a mangiare frutta e verdura, ne mangio pochissima. Mangio qualche pasta e fagioli, qualche risotto con le zucchine, qualche banana, sugo di pomodoro, ma insalate o cose del genere non riesco proprio a mangiarle... può essere questo il problema?
Secondo lei quindi, ad oggi, non sono necessari degli accertamenti particolari per ipertensione secondaria? Non ho ancora capito quando questi sono necessari e quando no...
[#5] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Bisogna innanzitutto capire se lei è iperteso o meno e solo dopo cercare le cause dell'ipertensione....quindi faccia Holter pressori seriati durante il freddo invernale (uno all'anno)....
[#6] dopo  
Utente 259XXX

Iscritto dal 2012
Bene dottore, seguirò i suoi consigli.
Grazie della disponibilità! Saluti!
[#7] dopo  
Utente 259XXX

Iscritto dal 2012
Ah dottore scusi un'ultima domanda: e questi saltuari brevi picchi di pressione minima a 100 o poco più hanno un significato particolare? Preciso che non ho sintomi e che all'holter sono stati rilevati due picchi di 102 e basta.
[#8] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non hanno alcun significato.....
[#9] dopo  
Utente 259XXX

Iscritto dal 2012
Benissimo, ora mi è tutto più chiaro.
Nuovamente grazie!
Cordiali saluti