Utente 364XXX
Buon giorno Gentile Dott/ Dott.ssa

Sono un ragazzo di 22 anni e, sfortunatamente, sono continuamente spaventato dalla paura di avere un infarto. Questa deriva dal fatto che durante la giornata ho sempre sensazioni di: formicolio ad entrambi gli arti superiori ( mani comprese ) , senso di oppressione al petto, dolore ad entrambe le braccia ed ultimamente formicolio nella zona cervicale e nella parte posteriore della testa. Questi sintomi più o meno durano tutta la giornata da ormai qualche settimana. Tuttavia veramente con difficoltà ho tachicardia. Questo , credo, sia dovuto al fatto che sono un soggetto bachicardico.

Per rendere la mia situazione quanto più chiara possibile vorrei aggiungere:

- sono una persona molto ansiosa che ha sofferto e continua a soffrire di attacchi di panico. Tuttavia ho praticato sport agonistico fino a 19 anni e mi sono sempre sottoposto a visite medico sportive, che non hanno mai segnalato problemi cardiaci.

-fumo due/tre sigarette al giorno. ( sono consapevole che il mio è assolutamente un comportamento contraddittorio. ' Avere paura di un infarto' dovrebbe escludere automaticamente ' fumare'. Allo stesso tempo credo che, riconoscendo che il gesto è di per se più che sbagliato, due/tre sigarette in un soggetto ventenne non possano essere causa di questo genere di problemi)

Quello che non sono riuscito a capire ancora è:
- possono essere davvero sintomi di infarto o è solo un fattore legato all ansia?
- è possibile che questi sintomi durino tutto il giorno?

Spero che sia stato esauriente nella mia spiegazione e spero di ricevere risposte e consigli ai miei dubbi
Grazie anticipatamente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi
28% attività
16% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Sono SICURAMENTE sintomi legati all' ansia. Innazitutto i formicolii non sono un sintomo di infarto, poi la probabilità di una persona giovane come lei, che ha fatto sport agonistico fino a pochi mesi fa (e che quindi -immagino- ha fatto anche dei test da sforzo) è bassissima.