Utente 350XXX
Buongiorno a tutti.
Sono un ragazzo di 22 anni, peso 76 Kg e sono alto 1.77 m. Gioco a calcio a livello agonistico dall'età di 6 anni. Più o meno verso i 10 - 11 anni, nella categoria Esordienti, è sorto un problema di cui soffro ancora oggi.
Premetto di essere sempre stato un soggetto allergico (in primavera annualmente faccio una terapia antistaminica, la polvere mi dà molto fastidio, così come il polline), soffro di broncospasmo in inverno con l'aria fredda, e 2 anni e mezzo fa ho cominciato a soffrire di attacchi di panico che ho curato con psicofarmaci con successo e sono ormai 6 mesi che ho terminato la cura.
Praticamente quando sono in un campo di calcio in terra mi capita di sentire, dopo 15-20 minuti dall'inizio della partita una sensazione strana alla gola, come se avessi un corpo estraneo che non mi permette di respirare bene. Comincio a tossire, bevo, ma la sensazione rimane. Se mi fermo ed esco dal campo, capita che la sensazione vada via dopo 10 minuti; altre volte, invece, la sensazione diventa così forte che ho bisogno di tornare immediatamente a casa a fare l'aerosol, e in quest'ultimo caso la sensazione può perdurare anche per un'ora o più. Porto sempre con me il Ventolin spruzzino, ma non ha nessuna efficacia.
Mi è capitato, anche se più raramente, di sentire questa sensazione anche in campi in erba sintetica. Il problema non si verifica sempre; certe volte sì, altre volte no. Mi capita indistintamente che sia una partita di campionato o allenamento.
Ho escluso come possibile causa l'ansia perchè è un problema che mi porto avanti da quando avevo 10 anni. Piuttosto, la motivazione più accreditata mi sembra l'allergia alla polvere; però a questo punto non riesco a spiegarmi perchè mi capita di averla anche nei campi di erba sintetica.
Aspetto una vostra risposta. E' una cosa frustrante che non mi permette di giocare come vorrei, ostacola la mia attività e vorrei risolverla.
Grazie per l'attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
149046

Cancellato nel 2014
una possibile causa dei suoi disturbi e l'asma da sforzo fisico, indotto appunto dall'attività fisica. Le consiglio di parlare con il suo medico sportivo o curante per mettere in atto le indagini diagnostiche mirate a riconoscere la natura del suo disturbo.
cordiali saluti