Utente 305XXX
Per farvi capire , devo premettere 2 cosette,all'inizio sembrerebbe da mettere solo in psicologia , secondo me dovreste rispondermi anche voi cardiolo
Ho 21 anni , e vivo in una famiglia con dei genitori premurosi e che farebbero di tutto per i loro 2 figli, ( io e mia sorella).
Mio padre semplicemente un animo troppo buono che non gli permette di fargli vedere la cattiveria delle persone e della società di oggi unità alla sua cultura ( appassionato di storia , ma ammetto che è una enciclopedia storica che cammina) lo rende a volte molto fastidioso e prepotente .ed irritante
Mia madre , morbosamente premurosa , con una infanzia infelice a causa di un padre
severissimo, anche lei dal carattere forte ed autoritario ,( da bambino tra me e me la chiamavo hitler,figuratevi ... ). Mia madre ha dei chiarissimi problemi forse alcuni legati all'infanzia, isterica è la parola che la descrive in PIENO ! tende spesso al vittimismo e quando vede che è alle corde inizia la fase isterica, urla per stupidaggini , crisi di pianto , cosciente di quello che è mai vuole andare da uno specialista .
21 anni , cari dottori , 21 anni che vivo in questa situazione , che devo essere sincero negli ultimi anni si è di mooooolto ma moooolto più alleggerita , ma credo che i miei traumi infantili( avevo 6-7 anni) siano causati da quelle urla fastidiosissime , dalla visione di mia madre che si strappava i capelli per il semplice fatto che ancora doveva stirare i vestiti ed era stanca ... ( motivi futili , senza alcun senso logico )
Crescendo gli feci notare che stava perdendo suo figlio a causa di quei comportamenti,
e devo ammettere che cambiò di molto ... ma capite voi stessi che il carattere rimane sempre quello ... come rimangono sempre le crisi di pianto e le urla isteriche e fastidiosissime per motivi futili e banali , ed in alcuni di queste fasi quotidiani incominciai a crollare , la rabbia e l'odio si impadronì di me, alzandogli un paio di occasioni le mani.
I sensi di colpa e la paura che potevo farlo di nuovo mi fece promettere a me stesso che mai le avrei alzato le mani , ne a lei ne a nessuna donna ...
Seguono mesi tranquilli , amorevoli , nella normalità che sono abituato da sempre ( urla ,e pianti futili ) della quale cercavo di non far caso.
in questo ultimo mese , credo che ormai tutta la pazienza di 21 anni sia finita , nn riesco a contenere la rabbia , gli attacchi di panico che mi prendono quando sento le urla , i piagnistei ridicoli , ho il terrore che alzo di nuovo le mani , terrore puro , perchè io non sono un mostro , non sono un violento , mi lei mi sta portando al punto di impazzire.
Arrivo alla domanda che pongo agli esperti cardiologi ,
da 2 giorni sto soffrendo di strane pulsazioni alle orecchie seguite da micro momenti di svenimento , ho un erezione molto faticosa e so che potrebbe essere causato dalla pressione alta. Poco fa mi sono liberato dicendogli del periodo che passo, ora sto molto meglio , come se mi fossi liberato , troppo stress ?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Caro signore, la sua storia è tipica di chi ha bisogno di supporti psicologici. Non ci sono motivi razionali per pensare che il suo cuore non sia sano.
Saluti cordiali