Utente 788XXX
Salve a tutti,
sono un ragazzo di 25 anni, da circa un anno mi è apparsa una macchia bianca sulla barba nella zona sottostante il mento.
La suddetta macchia aveva dimensione contenute e si trovava sul lato destro del mentopian piano sono aumentate le sue dimensioni per poi diminuire nuovamente e presentarsi sul lato opposto.

Il dermatologo mi ha giagnosticato proprio oggi la vitiligine. Prescrivendomi una cura da protrarre per 40 gg utilizzando i farmaci:

- PROTIPIC unguento 0.1% due applicazioni al dì sulla parte interessata;
- CROMOVIT capsule una capsula al giorno.

Sul web ho un po letto i pareri contrastanti circa l'utilizzo del primo farmaco.
Volevo appunto chiedere ulteriori delucidazioni circa la prescrizione prima di iniziare il trattamento, in particolare se è adatta al problema.

Preciso che momentaneamente lo stato di avanzamento è circoscritto alla zona suddetta.

Ringrazio tutti anticipatamente per la cortese attenzione
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Esiste in off-label (ovvero non dichiarata dal bugiardino) la prescrizione di tale farmaco su scelta e su responsabilità del medico dermatologo.

quindi nessun problema per questo.

si affidi alle cure del suo specialista e ne valuti l'efficacia assieme ad esso.

cari saluti
[#2] dopo  
Utente 788XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio per la cortese ed immediata risposta.
[#3] dopo  
Utente 788XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dottore,
sono stato da un altro specialista, il quale ha esaminato la macchia e sostiene non si tratti di vitiligine, ma di alopecia.

Io all'inizio dell'esame non ho premesso che ero stato da un'altro dermatologo, ma al momento della sua diagnosi gli ho detto della diagnosi fatta precedentemente. A questo punto il secondo specialista ha rafforzato la sua tesi di alopecia ed io ho precisato che comunque nella zona interesata c'è presenza di peli ma non pigmentati.

Mi ha prescritto una cura con:
Liquore di hoffman;
Acido acetico
..,. e delle compresse di cui mi sfugge il nome.
Poi mi ha richiesto varie analisi tra cui il tampone tonsillare.
Inoltre per la settimana prossima vuole rivedermi per effettuare una dermatoscopia.

Volevo chiedere secondo lei chi ha sbagliato la diagnosi e se è il caso di consultarne un altro.

Aggiungo inoltre che il secondo specialista ha anche detto che non esistono i presupposti di vitiligine.

Mi scuso ancora per l'insistenza e Vi ringrazio anticipatamente.
[#4] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Di certo la sede telematica non può superare quella diretta:

posso solo dire che se i peli sono presenti, difficilmente si può trattare di alopecia areata (questo è il termine esatto della patologia) a meno che non ci sia la presenza dei classici "peli a punto esclamativo" che albergano temporaneamente nella chiazza.

comunque la diangosi di queste patologie NON può essere presunta ma DEVE essere precisa e per un dermatologo si tratta di una situazione facilissima da diagnosticare!

non posso aggiungere altro.

cari saluti