Utente 368XXX
Buonasera,
sono una ragazza di 28 anni e da circa 4 anni puntualmente nella stagione invernale soffro di caduta massiccia di capelli. Non è dovuto al classico cambio di stagione perchè mi ritrovo con delle aree più o meno estese dove i capelli cadono del tutto, oltre ad un diffuso diradamento.
Ho provato a contattare diversi specialisti sia di dermatologia che di immunologia ma non sono riusciti a trovare una causa al mio problema anche perchè tutti gli esami sono negativi.
Inoltre la cosa strana è che dopo un periodo invernale critico (novembre- aprile) in primavera i capelli mi ricrescono completamente.
Non è un fattore psicologico perchè non sono stressata e il mio lavoro è stabile e continuo.
Vorrei capire da Voi se potrebbe trattarsi di un fungo o di qualche allergia che magari si sviluppa solo nel periodo invernale o se potete consigliare che tipo di esami potrei fare...
Inutile dire che a livello psicologico è molto frustrante dover convivere con questo problema, ma allo stesso tempo non voglio arrendermi a dover subire tutti gli anni questo calvario!!

Vi ringrazio
Saluti
Sara

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Non è possibile pensare a un'allergia per il Suo problema.
Le consiglio di insistere con i colleghi dermatologi.
Saluti,
[#2] dopo  
Utente 368XXX

Iscritto dal 2014
Buongiorno,
intanto grazie mille per la risposta.
Il problema con la dermatologia è che ho girato veramente tanti specialisti che mi hanno solamente risposto che è sicuramente stress e non è curabile. Mi hanno anche proposto di utilizzare un laser per almeno 12 sedute (200€ a seduta) che non mi avrebbe nemmeno garantito un risultato ottimale.
Diciamo che nessuno ha pensato a trovare la causa del mio problema, ma si concentrano solo sulla ricrescita che comunque già avviene anche senza bisogno di cure e che comunque rimane solamente un progresso temporaneo.
Al momento sono in cura da un immunologo che mi ha proposto di utilizzare una terapia a base di immunosoppressori che sinceramente mi spaventa un pò..Lei cosa ne pensa?

Inoltre che Lei sappia è possibile girare la mia domanda nel campo della dermatologia o devo inserirne una nuova?

Grazie mille.
Saluti
Sara
[#3] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
La causa del problema (probabilmente di alopecia areata, secondo quanto riferisce) potrebbe risiedere in una reazione autoimmune verso i bulbi. Posso dunque immaginare che l'immunologo abbiaproposto l'immunosoppressione per questo motivo.
Come sempre, devono essere prese in considerazione le aspettative di efficacia (e anche in tal caso non vi sarebbe certezza) ma anche i rischi di tossicità.
In ogni caso ritengo che queste situazioni debbano essere gestite dai colleghi dermatologi.
Pertanto può senz'altro riproporre il quesito in area dermatologica (se vuola anche linkando questo nostro colloquio).
Saluti,