Utente 253XXX
Buongiorno Dottori,
Vorrei sottoporre alla VS attenzione il caso di mio figlio di 2 anni e mezzo al quale all'età di un anno è stato riscontrato un idrocele, lo scroto si gonfiava e si sgonfiava di continuo, i chirurghi a cui l'abbiamo sottoposto non hano mai ritenuto il caso di operarlo 1) perchè ancora piccolo, solitamente questi interventi li fanno intorno ai 4/5 anni 2) Perchè a 9 mesi era gia stato sottoposto a un intervento di idrocefalo e si voleva evitare un'ulteriore operazione.
Per 6 mesi lo scroto non se era mai gonfiato tant'è che nell'ultima visita fatta circa 2 settimane fa, il dottore che lo aveva visitato, aveva detto che fortunatamente il problema si era risolto da solo, fino a quando un bel giorno cambiando il piccolo, ci siamo resi conto che il testicolo aveva ripreso a gonfiarsi, con pelle tesa durante il giorno e non tesa al mattino appena sveglio, il bambino ha dolore solo nel momento del bidè, ma nulla durante la normale postura, corre, corre, cammina, salta come se nulla fosse.
Ovvio che faremo un'altra visita chirurgica, ma quello che vorrei è sapere se è normale che si ripresenti il problema dopo cosí tanto tempo e con dimensioni maggiori rispetto alle ultime volte che avevamo visto il gonfiore (ricordo 6 mesi fa) , cosa ne pensate del fastidio che ha quando lo si lava ?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Dovinola
24% attività
16% attualità
12% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
Buonasera l'idrocele che ha suo figlio è quello classico, comunicante. Trattasi di patologia congenita rappresentata dalla persistenza del piccolo dotto attraverso il quale è passato il testicolo, durante la vita embrionale, per posizionarsi nello scroto. In questo condotto si insinua il liquido peritoneale, specie in condizione eretta, gonfiando la cavità virtuale che esiste tra testicolo e tuniche che lo avvolgono. L'unica terapia efficace sarà quella chirurgica perché molto difficilmente tale patologia sparisce spontaneamente dopo che il piccolo ha compiuto l' anno di età. Non si spaventi se lo scroto o l'inguine diventano di dimensioni maggiori nel tempo. È solo perché il piccolo dotto, cui abbiamo più sopra accennato, si sfianca nel tempo e ciò risulta ancor più evidente con il caldo del bidet. Vedrà che, dopo l' intervento, assolumente di routine, tutto tornerà nella norma. Saluti ed auguri
[#2] dopo  
Utente 253XXX

Iscritto dal 2012
Buonasera Dottore,
Grazie per la sua gentile risposta, come dicevo da 6 mesi non era apparso più nulla e ci eravamo illusi che tutto si fosse sistemato, peccato.
Grazie di nuovo e buone feste.