Utente 368XXX
Buonasera,

Tempo fa (circa un anno) mia madre ha fatto un ECG sotto sforzo ed è risultata un'ischemia, il medico presente gli ha prescritto il Dilzene 3 volte al giorno riducendo poi la dose a 2 e in seguito doveva rifare un altro ECG, dopo qualche mese ripete l'ECG ma non era presente lo stesso cardiologo questa volta il cardiologo presente dice che non c'è nulla e che può sospendere il medicinale, non sapendo cosa fare mia madre ha continuato il dilzene per 2 volte al giorno attendendo il parere di un terzo cardiologo che facendo un semplice ECG gli dice che non ha nulla e che se vuole andare in fondo al problema deve fare degli esami più specifici. Non sappiamo a chi dei 3 dare retta se sospendere il dilzene e se fare questi esami specifici, inoltre questa sera ha avuto una fitta forte tra l'ascella e il seno sx, può essere dovuta sempre a un problema cardiaco?

Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Se in una donna , specie se così giovane, si sospetta una ischemia questa va accertata iniziando con una prova da sforzo, eventualemente seguita da scintigrafia e coronarografia.
Arrivedeerci