Utente 360XXX
Buonasera,ricontatto in merito alla mia situazione di tachicardia:faccio un breve riepilogo,da anni soffro di tachicardia sinusale,in pratica la mia frequenza cardiaca oscilla tra i 90-100bm,vi sono momenti della giornata in cui scende a 80-85 Bm e altri momenti in cui sale addirittura a 105-110 BM,ho eseguito vari ECG basali ed ecocardio,alla quale apparte un battito lievemente accelerato non rilevavano nulla,ho eseguito perfino un holter 24ECG che rilevava una frequenza media di 87 BM e il medico deputo tutto a un mio stato ansioso,facendo le ultime analisi per escludere cause di tachicardia sinusale la quale un emocromo,dosaggio ormoni tiroidei (ft3-4 e tsh) compreso antitiroglobulina e antiperossidasi,dosaggio di cortisolo ematico e ACTH usciti tutti nella norma decido di risolvere la questione emotiva affidandomi ad un terapeuta e svolgere attività fisica(come citato nel consulto precedente),a distanza di qualche mese,posso affermare che la mia ansia e ipereccitabilità emotiva sono diminuiti e nonostante svolga attività fisica ho comunque un battito lievemente accelerato,certo,forse non sarà accelerato come prima,ma lo avverto comunque,e mi capita spesso di avvertirlo soprattutto al mattino,un altra cosa che voglio dire e che il mio battito ha un escursione di circa 8-10 Bm se controllato in posizione ortostatica,infatti mi capita dopo i pasti di avere 100 BM ,e all'impiedi 108-110 BM,ed è una situazione abbastanza fastidiosa...voi che ne pensate in merito? potrebbe un battito cosi creare danni? grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
E' tutto normale. Non si preoccupi. Continui con l'attività fisica, ma prima che le freuqenze scendano ci vorrà tempo....
Cordialità