Utente 171XXX
Buonasera,

sono una ragazza di 25 anni, alta 170cm e peso 51 kg.
Pratico pilates,sport molto leggero, circa una o due volte a settimana. Ieri sera per la prima volta ho provato un corso in palestra piuttosto faticoso e ad alto impatto cardiocircolatorio, se così si può dire. Durante il corso ho cominciato a sentire un dolore molto forte proprio al centro del petto, nella zona sopra lo sterno. Il dolore è andato avanti per diverso tempo.
Oggi sento ancora fastidio, ma non è più un dolore forte come ieri però sento la necessità di fare dei grandi respiri perché sento il respiro un po' corto. Se tocco forte le ossa del torace nel punto dove sento dolore, mi fanno male e quindi può sembrate un dolore intercostale ma mi preoccupa il fatto che il dolore si sia presentato durante lo sport e quando il battito cardiaco era molto accelerato.
So che è difficile dare una risposta in line ad un quesito del genere ma mi chiedo se c'è da preoccuparsi oppure no? Grazie !

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Durante
28% attività
16% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2014
Buonasera ,
In linea generale un dolore che si modifica con la pressione delle dita non ha caratteristiche tipiche per una origine cardiaca. Le consiglio tuttavia se il disturbo persistesse di farsi visitare dal suo curante.

Cordiali saluti
Alessandro Durante
[#2] dopo  
Utente 171XXX

Iscritto dal 2010
Grazie molte per la risposta!

Mi sono dimenticata di aggiungere che durante l'esercizio fisico di ieri, il dolore oltre ad avvertirlo al petto, lo sentivo sul collo! Potrei dire all'altezza della carotide, sentivo le pulsazioni molto veloci e avvertivo dolore in quel punto.

Un'ultima domanda, è possibile accusare dolori di origine cardiaca perché si è, per esempio, "fuori forma" senza che questi debbano necessariamente essere preoccupati, oppure, in ogni caso, dolori di origine cardiaca sotto sforzo sono sempre un campanello di allarme?

Grazie ancora, cordiali saluti
[#3] dopo  
Utente 171XXX

Iscritto dal 2010
Inoltre mi è comparso, inspiegabilmente, del catarro. Prima non lo avevo. Lo sentivo nel petto, nei polmoni e nelle orecchie! Tant'è che addirittura, un orecchio mi si è completamente tappato ed è tormato alla normalità dopo circa un'ora .

Proverò ad informare anche il mio medico curante..

Grazie nuovamente
[#4] dopo  
Dr. Alessandro Durante
28% attività
16% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2014
Un dolore di origine cardiaca deve sempre mettere in allarme, non può essere collegato allo stato di forma di un soggetto.

Cordiali saluti
Alessandro Durante
[#5] dopo  
Utente 171XXX

Iscritto dal 2010
Buongiorno,
mi spiace insistere sullo stesso post ma purtroppo non ho avuto modo di vedere il mio medico curante, potrò recarmi da lei soltanto lunedì e non voglio esagerare andando al pronto soccorso, sapendo che molto spesso se ne abusa, perciò spero di poter avere un altro riscontro su questo sito in attesa di lunedì.

Il dolore al petto è continuato e continua ancora oggi, seppur in modo molto lieve. Mi sembra che aumenti se schiaccio sul punto esatto, infatti sto mettendo del voltaren sulla zona per vedere come va. Inoltre ho avuto dei mal di testa , ma non so se sono collegabili perché sono nel periodo di interruzione della pillola e mi capita spesso di avere mal di testa in quella settimana. Stamattina mi sentivo la gamba sinistra un po addormentata ed è durato pochi minuti e poi dopo pranzo anche le dita della mano sinistra erano leggermente addormentate ed è durato poco.

Posso stare tranquilla fino a lunedì o sarebbe il caso di andare veramente al ps? Potrei escludere un infarto o un'embolia polmonare vista la durata dei sintomi? Cioè , da martedì sera ad oggi..

Grazie ancora e cordiali saluti