Utente 370XXX
Salve Dottore,
Sono un uomo di 37 anni, 25 giorni fa sono caduto lussandomi la spalla destra, rimessa a posto al pronto soccorso dopo circa due ore, dalle rx effettuate in pronto soccorso non sono emerse fratture. L'altro ieri ho effettuato una RMN che riporta quanto segue:
“Incisura del versante postero superiore della testa omerale con edema intraspongioso sottostante da frattura di hill sachs. Concomita irregolarita’ oist traumatica del margine glenoideo anteroinferiore da frattura di bankart. Si associa irregolarita’ ed ispessimento del complesso capsulo legamentoso gleno omerale anteroinferiore. Conservato lo spazio adiposto di scorrimento sottoacromiale. Nei limiti i tendini della cuffia dei rotatori.Tendine del capo lungo del m. bicipide in sede, con regolare segnale né si rileva sovra distensione della sua guaina. Sostanzialmente nella norma l’articolazione acromion-claveare-omerale. Assenza di idrarto.”
Attualmente ho i movimenti limitati da un tutore, che mi e' stato detto in ospedale di portare per 3/4 settimane. Secondo lei e' il caso ora di iniziare una normale riabilitazione oppure, potrebbero esserci condizioni particolare da dover ricorrere ad un eventuale intervento chirurgico? Grazie mille
[#1] dopo  
Dr. Federico Maria Sacchetti
36% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gentile paziente,
tutto quello che trova nel referto della RMN sono i tipici danni di una lussazione della spalla. In un paziente non sportivo professionista non è indicato l'intervento chirurgico immediato poiché nella maggior parte dei casi si riesce a risolvere con delle (lunga!!!) riabilitazione.

Nel suo referto, però, trovo una cosa poco rassicurante ossia una sospetta Frattura di Bankart (ossia una frattura del margine antero-inferiore della glena scapolare), in questi casi è indicato l'intervento chirurgico nella maggior parte dei casi. Pertanto le consiglio di fare rapidamente una TAC della spalla per lo studio della glena scapolare e di consultare un ortopedico (magari specialista in chirurgia della spalla).

Cordialmente