Utente 371XXX
Salve, ho 33 anni, peso 65 kg e sono alto circa 180 cm.
Ho appena ritirato i risultati di una risonanza magnetica lombo sacrale che mi è stata prescritta dal mio medico di base per un dolore ricorrente (da quasi due anni) sul lato destro della schiena, in particolare quando mi piego in avanti.
Premetto che ho una scoliosi abbastanza accentuata con asimmetria delle gambe di circa 3 cm (gamba destra più corta).

Di seguito il referto dell'esame:
l'esame è stato eseguito mediante tomogrammi sagittali con immagini pesate in T1-T2, assiali con immagini due pesate.
lo studio documenta accentuazione della lordosi lombare in clinostatismo.
Normale ampiezza del canale vertebrale.
Sospetto minimo disallineamento anteriore del soma L5, da confermare tuttavia mediante uno studio radiografico in ortostatismo.
Protusione focale discale D12-L1 paramediana sinistra che impronta modicamente il profilo attiguo del sacco durale.
Minima alterazione strutturale e del segnale, stabilizzata e con reazione subcondrale degenerativa-adiposa, a carico dello spigolo somatico supero-anteriore L5.
Cono midollare in sede esente da alterazioni del segnale.

Mi piacerebbe avere più di un parere riguardo all'entità della situazione ed eventuali terapie consigliate e siccome vado in palestra per rafforzare un po' la muscolatura in sala pesi, quali precauzioni dovrei prendere in linea di massima. Inoltre mi piace giocare a calcetto, mi consigliate di evitare prima di risolvere il problema?

Ringrazio in anticipo i dottori che cortesemente risponderanno.
[#1] dopo  
Dr. Konstantinos Martikos
28% attività
20% attualità
12% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2013
Il referto della RM fa riferimento ad un minimo disallineamento anteriore della quinta vertebra lombare che il radiologo ritiene opportuno confermare con immagini RX.
Dato che il dolore in flessione è presente da due anni, il mio consiglio è di eseguire una visita specialistica ortopedica. Ci vorrebbe un accurato esame obiettivo ed una diretta visualizzazione delle immagini radiografiche per poter capire se il tuo disturbo è su base muscolo-tendinea oppure relativo a patologie della colonna vertebrale e decidere se integrare l'iter radiografico con una RX della colonna ad eventuale conferma del disallineamento della quinta vertebra lombare.