Utente 141XXX
Buongiorno.Non so se sto inserendo la mia richiesta alla giusta "specializzazione".
Ho da pochi giorni avuto un incidente a lavoro e mi si è conficcata una scheggia piccola (circa di 3-4 millimetri) nella gamba-polpaccio.
Ho avuto inizialmente una copiosa emorragia che si è fermata dopo 10 minuti e attualmente non ho dolori. Ho un pò di intorpidimento.
Esattamente il referto dice : "ritenzione di scheggia metallica nel tricipite sur ale dx; attualmente non segni di flogosi non attualmente indicazioni chirurgiche"
Sono ok con l'antitetanica e sto eseguendo prassi antibiotica amoxicillina + ac clauvulanico 875mg+125mg

La mia domanda è: in questi casi è meglio comunque togliere la scheggia anche se non da problemi? O conviene lasciarla lì? E' possibile avere problemi anche dopo settimane o mesi o anni? Anche se non sento dolori intensi è meglio restare fermi o si può fare attività sportiva?
La scheggia è abbastanza in profondità ma riesco a camminare abbastanza bene.
Sento ogni tanto delle piccole fitte verso il basso e un pò verso l'alto ma mi han detto che è normale causa il percorso che ha fatto la schegga.
Spero di ricevere dei consulti
Grazie!



[#1] dopo  
Dr. Giuseppe D'Oriano
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
A distanza e da quello che ci scrive non possiamo fare altro che concordare con quello che le hanno detto.
Di solito non si verificano problemi , specialmente se la scheggia non è troppo in superfice.
Al momento rispetti il riposo che le è stato prescritto.
Prego.
[#2] dopo  
Utente 141XXX

Iscritto dal 2009
Cortesemente Dott. le ultime due domande::
E' comunque possibile che nel tempo , mesi o anni, si verifichino dei problemi? Tipo dolori o altri effetti?

E' possibile che la parte metallica nel tempo si sposti soprattutto muovendosi?
Può "infilarsi" in qualche vaso sanguigno ?

Di nuovo Ringrazio.
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe D'Oriano
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Di solito, quando sono di piccole dimensioni e profondamente localizzate, non danno fastidi e non creano problemi.
Gli "spostamenti" avvengono, di solito, nella fase acuta. Nel tempo, la fibrosi che si sviluppa e circonda ogni corpo estraneo, impedisce migrazioni.
Prego.
[#4] dopo  
Utente 141XXX

Iscritto dal 2009
Mi è sorto un dubbio o meglio una curiosità Dottore,
Dopo circa una settimana dall'incidente sento ancora delle fitte e fastidi specialmente quando mi sforzo un pò.
Dopo circa quanto tempo dovrebbero passare o dolori in generale?

Nell' eventualità che ancora tra qualche settimana dovesse farmi male e fastidio e decidessi per farmi operare ci sono dei sistemi-strumenti per rilevare con esattezza la posizione della scheggia e quindi consentire un'operazione il più possibile meno impattiva per il muscolo e tendini?
Grazie