Utente 373XXX
Buongiorno,

sono un ragazzo di 30 anni e da 1 anno stiamo cercando di ottenere una gravidanza. Preciso che conduco uno stile di vita e un'alimentazione sana, non fumo né bevo.
La scorsa settimana ho eseguito lo spermiogramma, dopo 4 giorni di astinenza. Ecco i valori

Quantità 7ml
Aspetto normale
Colore: suo proprio
Formazione del coagulo: presente
Fluidificazione completa: 120min
Viscosità: aumentata
pH: 7,5
Tutti i restanti valori (n. dei nemaspermi, n. mobili all'emissione, nemasmermi mobili dopo 2h, nemaspermi vivi dopo 9h, forme normali, indice di fertilita) non sono stati valorizzati.
In fondo trovo l'esito di azoospermia - moderata eritrospermia.

Per quale motivo i valori non sono completi? Erano troppo bassi per essere rilevati oppure si tratta di una conseguenza della viscosità aumentata?
Mi consigliate di effettuare un altro esame prima di fare una visita specialistica?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Cara signore,
il fatto che valori quali indice di fertilità e motilità a nove ore compaiano, indica che lo spermiogramma del marito non è stato eseguito secondo le norme della organizzazione mondiale della sanità Lo faccia in centro che segue tali norme (es. il policlinico universitario di Genova).
Quanto al fatto che i dati non vengano riportati questo lo sa solo chi ha fatto materialmente l' esame.
[#2] dopo  
Utente 373XXX

Iscritto dal 2015
Buongiorno Dottore,
la ringrazio intanto per la risposta. sono sorpreso dal fatto che l'ospedale di Imperia dove ho fatto l'esame non si attenta agli standard OMS!
Genova mi viene un po distante, proverò a chiedere ad un centro privato di Imperia o agli ospedali di pietra ligure e Savona.

[#3] dopo  
Utente 373XXX

Iscritto dal 2015
Buongiorno,

nel frattempo mi sono fatto spiegare dal laboratorio il significato di quei valori e ho fatto un secondo spermiogramma in altro laboratorio (esame effettuato con centrifugazione), dove è stata confermata la azoospermia.
Oggi ho effettuato la mia prima visita da un urologo che ha escluso la presenza di altre malattie più gravi e sostanzialmente ha confermato quanto avevo già letto su internet: terzo spermiogramma + spermiocultura con clamidiae ecc. in altro laboratorio, ecografia testicolare, esami del sangue (ormoni), tutto questo nell'ottica (sulla base degli esiti delle analisi del sangue) di un'eventuale biopsia testicolare e vesciculodeferentografia.

Il nostro scrupolo, dopo aver letto il suo articolo "Azoospermia ed alterazioni genetiche", che abbiamo trovato molto utile e informativo, è se, in occasione del prelievo del sangue per l'analisi degli ormoni, far analizzare anche il cariotipo.
L'urologo ce ne ha parlato come eventuale analisi successiva, tuttavia la nostra preoccupazione è, in caso tutto "vada bene", il rischio di trasmettere alla prole questo problema, che vorremmo evitare in ogni caso, anche a costo di una fecondazione eterologa.

Sostanzialmente: in caso di alterazione genetica, sussiste quindi il rischio di trasmissione alla prole?
è il caso di fare fin da subito il cariotipo (e microdelezione del cromosoma Y?), così da risparmiare tempo, oppure conviene vedere prima gli esiti degli esami ormonali?

Grazie in anticipo per l'aiuto.
[#4] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Non sono d' accordo col collega.
Sono da fare: cariotipo e microdelezione Y e screening fibrosi cistica.
Questo al fine di:
1) Valutare la possibilità di trasmissione di alterazioni genetiche
2) validare la diagnosi di azoospermia ostruttiva o non ostruttiva;
3) valutare se possibile trovare spermatozoi alla esplorazione chirurgica del testicolo
4) valutare se terapie di supporto (es: antiestrogeni o gonadotropine) possonpo avere un significato.
[#5] dopo  
Utente 373XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio molto per la rapidissima risposta.
Mi consiglia comunque di effettuare anche gli ormoni e l'ecografia testicolare?
Per quanto riguarda cariotipo, microdelezione Y e screening fibrosi cistica, da quanto mi sembra di aver capito si tratta di esami particolari che non vengono eseguiti dovunque (probabilmente il centro più vicino è Genova).
Ci consiglia di effettuarli privatamente oppure possiamo appoggiarci anche a strutture pubbliche (San Martino, Galliera, Evangelico, sempre per quanto riguarda Genova)?

Pur da sostenitore del pubblico, dopo il primo spermiogramma all'ospedale di Imperia, dove mi è stato detto che non hanno fatto la centrifugazione perché "se spermatozoi non ce n'è, non ce n'è, è un procedimento inutile" sono diventato un po' diffidente.

Grazie ancora
[#6] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
San Martino e Galliera fanno tutto e bene. Ok per ecografia ed ormoni. Lasci stare quella frase, che è tutto un errore IMPERIALE. Pubblico va bene, tanto i genetici sono comunque lunghi da fare.
[#7] dopo  
Utente 373XXX

Iscritto dal 2015
Buongiorno Dott. Cavallini,

ho eseguito gli esami ormonali, ecco l’esito:
LH: 2.90
FSH: 13.35
Prolattina: 12.12
Testosterone: 3.92
Estradiolo: 15.75

Da quello che mi sembra, il FSH è un po’ troppo elevato.

Ho effettuato anche gli esami genetici, che non hanno rilevato problemi.

Anche l'ecografia tutto ok, testicoli di dimensioni leggermente piccole, ma comunque niente di preoccupante.

Tra 10 giorni ho l'appuntamento al San Paolo di Milano per una visita di coppia.

Al momento abbiamo molti dubbi tra TESE e microTESE e vorrei chiederle quale delle due, a suo parere, è più efficace. La microTESE permette, da quanto ho letto, maggiori possibilità di trovare spermatozoi, ma, ammesso di trovarli, hanno questi la stessa "qualità" di quelli che si possono trovare con semplice TESE? Ovvero, le chances di giungere ad una gravidanza sono uguali tra TESE e micro?

Ci consiglia, sia per una questione economica che di tempi di attesa inferiori, di fare prima una TESE e, in caso di risultato negativo, una microTESE "di salvataggio"?


Grazie come sempre e auguri di una buona Pasqua
[#8] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Cara signora,
ok per tentativo di estrazione chirurgica dei testicoli.
Micro-TESE: trova più spesso spermatozoi della TESE convenzionale, ma sono meno funzionali.
TESE: trova meno spesso spermatozoi di Micro-TESE, ma funzionano meglio.
Nessuno ha fattoi raffronti in termini di bimbo in braccio fra le due tecniche, il che secondo me la dice lunga. Detto da uno che fa entrambe le tecniche.

Ci consiglia, sia per una questione economica che di tempi di attesa inferiori, di fare prima una TESE e, in caso di risultato negativo, una microTESE "di salvataggio"?
Esattto.


[#9] dopo  
Utente 373XXX

Iscritto dal 2015
Buongiorno,

la ringrazio intanto come sempre per la rapida risposta.
Tra un paio di giorni abbiamo la visita a Milano.
Un solo dubbio: alla luce dei valori di cui sotto, potrebbe avere senso una terapia con antiestrogeni e quanto tempo richiederebbe?

LH: 2.90
FSH: 13.35
Prolattina: 12.12
Testosterone: 3.92
Estradiolo: 15.75
Esami genetici tutti negativi e nessun problema evidenziato dall'ecografia scrotale.

Grazie ancora
[#10] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Non credo si possa fare qulla terapia. La letteratura indica come necessario rapporto estradiolo/testostosterone superiore a 10, e qua e 3 e qualche cosa.
[#11] dopo  
Utente 373XXX

Iscritto dal 2015
Buongiorno Dott. Cavallini,

la aggiorno in merito. Nel frattempo sono andato al San Paolo (dove ho trovato un'eccellente professionalità di tutto lo staff) dove ho effettuato ecocolordoppler in cui, tra l'altro, è stata rilevata una struttura ipoecogena nel testicolo destro.

La scorsa settimana ho effettuato TESE bilaterale con il dott. F.N. e purtroppo non sono stati trovati spermatozoi ma sole cellule della linea germinale. Tra una ventina di giorni dovrei avere il referto dell'istologico, quindi saperne anche di più sulla struttura ipoecogena. Molto probabilmente confermerà quanto già comunicatoci dalla biologa in merito al mancato ritrovmento di spermatozoi.
Sono comunque state congelate 6 paillettes di questo materiale e (da quanto ho capito, dopo l'istologico) ne verrà scongelata una. A detta della biologa le possibilità di ottenere la fecondazione con questo materiale sono rarissime. Si potrebbe eventualmente provare all'estero tenendo eterologa come opzione in caso di non riuscita.
Penso che per evitare di stimolare inutilmente la moglie, partiremo fin da subito con inseminazione eterologa.

La ringrazio per tutti i consigli che ci ha dato.