Utente 374XXX
Salve,
sono un ragazzo di 27 anni, 3 mesi fa in seguito a una caduta ho riportato due fratture vertebrali D12 e D10, il canale midollare comunque non è coinvolto se non in misura minima (allego referti in fondo) a cui sono seguiti 50gg a letto con eparina e poi, dopo una prima visita di controllo in cui tutto è risultato procedere bene, ho gradualmente ripreso a camminare usando il busto.
Fin da quando ero a letto avevo notato una certa difficoltà a raggiungere l'erezione ma non gli avevo dato peso vista la situazione. Anche ora però durante la masturbazione raggiungo l'erezione con un po' di difficoltà e non sempre la mantengo: la turgidità totale l'ho raggiunta, ma raramente, più spesso ho una erezione "dura ma non troppo" che a stento permetterebbe la penetrazione. Sensazioni ed eiaculazione invece mi sembrano nella norma.

Secondo voi è possibile che sia un qualche problema fisico legato al trauma? O devo solo tranquillizzarmi e aspettare che le cose si stabilizzino? Preciso che solo ultimamente ho inziato a vivere la cosa con un po' di ansia, prima non gli davo peso. Inoltre immediatamente dopo il trauma ho avuto l'intestino bloccato per qualche giorno, ma mi hanno spiegato che è una cosa che accade spesso con le infiammazioni dovute a traumi vertebrali e infatti si è risolta da sola in qualche gg.
Grazie mille


TC:
L'esame TC conferma la presenza di cedimento della limitante somatica superiore di D12 per frattura, prevalentemente anteriore, interessante l'angolo antero-superiore; si associa un iniziale interessamento del muro somatico posteriore con lieve riduzione di calibro del canale midollare.

RM RACHIDE DORSALE:
Lieve avvallamento della limitante somatica superiore di D12 e D10 , con edema della spongiosa sottostante, come da fratture recenti.
Minima protrusione del muro somatico posteriore di D12, che impronta appena la banderella subaracnoidea anteriore.
Non segni di sofferenza compressiva sula corda midollare, che omstra regolare segnale intra-parenchimale.
Sostanzialmente nei limiti il restante repeto RM.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
non sembra vi siano compressioni, ma la cosa va accertata dal vivo con visita da collega e eventuali tests elettrofisiologici.