Utente 169XXX
Buonasera egregi dottori. Ormai non sono nuovo ad interventi su questo preziosissimo sito e cercherò di essere conciso. E' da circa 2 anni che sono attanagliato dalle extrasistoli più o meno passeggere che si presentavano sporadicamente e per mesi erano proprio assenti. Negli ultimi tempi ahimè purtroppo si sono intensificate (da novembre) e sono accompagnate da una strana sensazione al petto che dura anche diverse ore, ma non riesco a capire se è una cosa reale o solo soggezione visto che sto con l'indice fisso sul collo per controllare i battiti. Fattosta comunque che le extrasistole ci sono e anche belle forti e a volte pure 2/3 di seguito (con leggera fitta talvolta o tremolio) e questo mi ha spinto a recarmi dal medico. Ho fatto un ecg sotto sforzo a settembre prima che si intensificassero visto che mi tengo controllato per fare un po' di corsetta e non è risultato niente. In seguito ad un incontro col mio curante, ho effettuato analisi per la tiroide ed i valori sono risultati essere nella norma. In seguito SENZA suo consiglio mi sono recato da un cardiologo per una visita il quale ha effettuato ecg normale ed ecocardiogramma.Tutto nella norma anche questi. Mi ha prescritto a dicembre di usare inderal, 10 grammi al giorno visto che ho i battiti bassi di mio (circa 54-57) e che non vuole mettermi KO col betabloccante. Le cose sono apparse migliorare e per un mese sono stato benino; dopodichè ho ridotto la dose ad un giorno sì ed uno no come mi aveva consigliato il cardiologo e se in questa circostanza avessi avuto di nuovo le extra sarei dovuto tornare da lui per un holter. Fattosta che le extra sono tornate e ho ripreso ad assumere inderal senza recarmi da lui nelle dosi che mi aveva prescritto inizialmente; dopo circa 20 giorni la situazione non era migliorata nemmeno con il ri-uso del betabloccante allora sono tornato dal curante.Mi ha cambiato betabloccante e mi ha prescritto 12.5g di atenololo giornalieri (lo prende anche mio papà per prolasso mitralico). E' circa un mese che lo sto prendendo ma la situazione non è molto migliorata..le extra ci sono e fanno certe botte super fastiodiose anche se forse meno frequenti. Inoltre la notte spesso prima di dormire avverto distintamente il battito del mio cuore (cardiopalmo ma non accelerato) che dà molto fastidio.Il mio medico mi ha anche visionato la gola e la ha trovata un po' arrossata, come sintomo di un pochino di reflusso e mi ha dato Riopan da usare al bisogno,non una cura permanente (dunque secondo questa indicazione credo che il curante NON associ le extra al reflusso) visto che a volte digerisco male (molto lentamente).Non vorrei ridurre il tutto ad uno "stress" dovuto alla vita universitaria anche se il mio diradamento dei capelli ne è un chiaro sintomo ma io non so più cosa fare..queste cannonate nel petto improvvise sono fastidiose e il betabloccante sembra non essere mio amico visto che ne devo assumere poco per la mia bradicardia naturale.Aiutatemi per favore.Devo fare holter?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Si, e' opportuno che lei esegua un Holetr delle 24 ore, per verificare innanzi tutto il tipo di extrasistoli che lei presenta, il loro numero giornaliero e la loro distribuzione nell'arco della giornata e la loro risposta all'assunzione del beta-bloccante.
Arrivederci
cecchini
[#2] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
Buonasera dottore. Le scrivo per ringraziarla della risposta e per aggiornarla sulla situazione. Ho da poco eseguito un Holter cardiaco delle 24h e non è risultato neinte di preoccupante a detta del cardiologo. Ora durante queste 24h ho avvertito leggerissime extrasistole registrate dal dispositivo ma non paragonabili a quelle che mi attanagliano di solito, in generale molto più forti. Mi chiedevo se devo eseguirlo a breve di nuovo per sperare di "Beccare" e registrare quelle più forti o se le altre che sono state documentate possono essere considerate simili a quelle che sento usualmente e non occorre indagare ulteriormente. Attendendo una risposta porgo i miei saluti.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Un holter registra circa 100.000 battiti che il cuore compie ogni giorno. Se non sono state evidenziate aritmie mi tranquillizzerei.
Se il disturbo dovesse proseguire ripeta l esame.
Arrivederci
[#4] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio per la risposta dottore. Posso risponderle solo adesso purtroppo. Le riporto di seguito l'esito dell'Holter per poter ascoltare anche un suo parere che sarebbe da me molto gradito soprattutto sulle extrasistoli ventricolari.Ora è da considerare che il giorno dell'holter NON ho avuto particolari tonfi al cuore paragonabili per fastidio con quelli che ogni tanto avverto. Nonostante questo, quelli individuati dall'esame possono essere assunti come simili a quelli che sento con più vigore o è necessario indagare quelli che avverto distintamente???? Grazie.

FC media 56
Pause 0

Ectopici sopraventricolari 30%
Totali 81
Singoli 26
Coppie 0
Salve Totali 10
Batt. a salve 55
Salve più lunga 13 (all'ora incui ho messo l'holter)
Salve più lunga 13 (all'ora in cui lo ho messo l'holter)
Aberranti : 0

Ectopici ventricolari
Totali 121
Singoli 121
Coppie 0
Salve totali 0
Batt a salve 0
Salve più lunga 0

R su T : 0

Variabilità RR
SDNN 177ms
pNN50 35.09%
RMSSD 72 ms

ST assoluto
Depressione : *** mm
Elevazione 4.37mm

[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
L holter che lei ha riportato è nella norma.
Se il disturbo dovesse persistere lo ripeta.
Cordialita
Cecchini
[#6] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
Grazie per la celere risposta. Approfitto di questo canale per chiederle una informazione; il caso vuole che io sia un po' influenzato e intendevo assumere un medicinale a base di paracetamolo (Tachifludec). Leggendo le controindicazioni c'è scritto di evitarlo nel caso si assumano beta-bloccanti; ora io assumo 1/4 di atenololo 50 mg la mattina (dunque 12,5 mg), mi chiedevo se potevo procedere con l'assunzione o devo ricorrere ad altro. Grazie.
[#7] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Nessun problema , lo,può assumere tranquillamente
Arrivederci
[#8] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
Buongiorno dottore. Le scrivo per aggiornarla sulla vicenda sperando in una sua risposta o in quella di un suo collega. Mi sono sottoposto nuovamente ad Holter 24H in questi giorni a causa del fatto che le mie extrasistole continuano regolarmente a presentarsi, alcuni periodi in maggiore frequenza e più intense mentre in altri in minor numero (almeno così mi pare di avvertire) e questo non mi lascia tranquillo perchè sono anche piuttosto fastidiose, presentandosi esse a volte anche durante la corsa.
Ho ritirato i risultati ma devo ancora sottoporli al cardiologo; ho eseguito l' esame in una struttura differente da quella alla quale mi ero rivolto per il primo Holter i cui risultati sono riportati più in alto in questa conversazione.
I risultati del secondo Holter li ho fotografati e li metto di seguito, avendoli opportunamente epurati dei miei dati personali.Non li ho ancora portati al mio cardiologo in quanto non visita oggi. Quello che mi è parso di capire leggendoli è che non ho avuto alcun evento ventricolare e solo 4 eventi sopraventricolari ammesso che io non abbia frainteso i dati o che non sia in grado di leggerli; mi chiedo, e dunque chiedo anche a lei: come è possibile che da 120 ventricolari ed 80 sopraventricolari risultati nel primo holter, il secondo riporti risultati così bassi in numero di extrasistoli? eppure il giorno del secondo holter in cui ho portato l'apparecchio mi era parso di avvertirle distintamente più di 4 extrasistole e vi assicuro che le ho sentite nitidamente quindi non mi spiego questo fatto.Attendendo una risposta sui risultati e sul quesito, porgo i miei saluti.
Ecco i link:
Risultato: http://i.imgur.com/QsgIPXy.jpg
Tracciati: http://i.imgur.com/mSgOQJX.jpg
[#9] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
lei ha un holter normale
se ne faccia una ragione
si ricordi che fino a 1000 -1200 extra ventricolari si orla di aritmie non significative
arrivederci
[#10] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio dottore come sempre per la celere ed accurata risposta. Prima di congedarmi volevo porle di unovo questa questione, ossia, perchè secondo lei io ho avvertito più extrasistole di quelle registrate? Le assicuro che le ho avvertite. Grazie ed arrivederci!
[#11] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
perxhe è ansioso
arrivederci
[#12] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
Grazie ancora per la risposta dottore. Mi sono recato recentemente da un cardiologo differente dal primo che ho consultato per sentire più pareri, per la lettura dei due holter e chiedere qualche consiglio su come affrontare le mie extrasistole. Mi ha suggerito di sostituire l'atenololo visto gli scarsi risultati (attualmente assumo 12,5mg/giorno) con il sotalolo che a sua detta è più specifico per le aritmie. Lei cosa ne pensa? Grazie in anticipo.
[#13] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
Mi scuso per il disturbo, ma ripropongo la domanda postata in passato, qualora fosse sfuggita alla sua attenzione o a quella dei suoi colleghi, nella speranza di ricevere una vostra preziosa risposta.
"Grazie ancora per la risposta dottore. Mi sono recato recentemente da un cardiologo differente dal primo che ho consultato per sentire più pareri, per la lettura dei due holter e chiedere qualche consiglio su come affrontare le mie extrasistole. Mi ha suggerito di sostituire l'atenololo visto gli scarsi risultati (attualmente assumo 12,5mg/giorno) con il sotalolo che a sua detta è più specifico per le aritmie. Lei cosa ne pensa? Grazie in anticipo."
[#14] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
12,5 mg di atenololo è un dosaggio da criceti .....
concordo con il cardiologo che le ha prescritto il sotalolo almeno a 40 mg ogni 6-8 ore
tali farmaci non sono necessari day la banalità delle sue aritmie ma possono renderle
la vita più piacevole
arrivederci
cecchini
[#15] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
Buonasera dottore. Spero che questo canale sia ancora disponibile. Le volevo porre una questione; ormai è un anno e mezzo che uso atenololo (non avendo deciso di passare all'antiaritmico sotalolo pensando che fosse eccessivo) circa 16,5 mg al giorno. Ho notato che comunque la situazione si è stabilizzata con extrasistole saltuarie e non frequentissime che dovrò tenere a vita; mi chiedevo se questa situazione positiva fosse dovuta effettivamente al poco betabloccante che prendo o sia da imputare all'effetto placebo. Domando questo perché sto valutando la possibilità di smettere gradualmente di assumerlo, sperando però non ricadere di nuovo nel problema che mi ha spinto a farne uso. Grazie per l'eventuale risposta.
[#16] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Mi scusi ,solo per curiosità, come fa ad assumere 16,5 mg di atemololo che sarebbe oltretutto sottodosato per Winnie the Pooh?

Grazie della spiegazione

Cecchini
[#17] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
Buonasera dottore. Mi fu inizialmente prescritto di prendere 1/4 di pastiglia da 50 mg al giorno per poi aumentare gradualmente e vedere la mia reazione al farmaco data la mia lieve bradicardia innata sui 50/55 bpm. È da tempo ormai che mi sono attestato ad 1/3 di pastiglia al giorno (dunque grossomodo 16,5 mg) in autonomia avendo ricevuto benefici,anche se inizialmente (mesi) la situazione era invariata dal punto di vista delle extrasistoli anche con il betabloccante. La mia domanda era appunto focalizzata su questo, ossia, se lei crede che la dose attuale sia sufficiente a giustificare la stabilizzazione delle extra o se essa è dovuta ad un effetto placebo/tranquillità in seguito ad aver accertato di non avere patologie gravi al cuore visto numerose visite. In tal caso, stavo appunto valutando di sospendere atenololo, se effettivamente il dosaggio attuale non è da ritenere la causa del mio state meglio.Grazie.
[#18] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
E' un effetto placebo.

arrivederci
[#19] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
Buongiorno dottore. La ringrazio come sempre per la sua puntuale risposta. Volevo sottoporle un quesito circa una situazione che non mi è ben chiara, confidando in un suo intervento. L'argomento sono nuovamente le extrasistoli.
Tutti gli anni mi sottopongo a test da sforzo (cosa che farò a breve di nuovo) e fortunatamente/sfortunatamente non è mai stato registrato un episodio extrasistolico in quelle occasioni (dico anche 'sfortunatamente' per i motivi che adesso seguiranno).
Durante le mie sessioni brevi di jogging settimanale e non eccessivamente intense, ogni tanto avverto nitide extrasistoli piuttosto forti acuite dal fatto che in quei momenti il cuore ha una frequenza piuttosto elevata dovuta all'attività fisica.
Tuttavia, come riferito, durante il test annuale non sono mai state registrate e credo per puro caso, per il semplice fatto che non sempre le accuso anche sotto sforzo.
Il fatto che non siano state registrate in quelle occasioni di visita specialistica non significa però che non le abbia durante la corsa dato che le avverto nitidamente e questo mi turba in quanto una loro registrazione in sede di esame potrebbe effettivamente spostare l'esito della visita da sforzo.
La mia domanda a questo punto è questa :
è così sottile il confine tra una prova da sforzo risultante normale ed una invece 'anormale'?
Sicuramente se mi registrassero una o due extrasistoli ventricolari durante il momento di sforzo il quadro cambierebbe; chi mi dice che quelle che avverto durante la corsa che saltuariamente effettuo non siano effettivamente pericolose?
D'altra parte però non posso nememno portare un Holter 15 giorni al mese per sperare di intercettarle.
Grazie e arrivederci.
[#20] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Se ne registra poche in 24 ore significa che non ha grossi problemi aritmici.

Tenga conto to che 1000_15oo extra ventricolari vengo o considerarate nei limiti

Arrivdderci
[#21] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
Buonasera dottore; rieccomi qua a cercare conforto, spero, nella risposta che eventualmente mi sarà data.
Oggi ho eseguito un ecocardiogramma per controllare, a distanza di circa 2 anni, se fosse peggiorata la situazione relativamente al lieve jet al di sotto dei lembi mitralici che mi era stato riscontrato in sede di controllo per le extrasistoli nel febbraio 2015. L'ecocardiogramma odierno ha confermato l'immutata situazione rispetto a quanto espresso nel referto del 2015 e fin qui tutto bene. Chiaramente mi è stato fatto anche il canonico ecg a riposo, ed il medico, diverso dal cardiologo dal quale mi reco di solito, mi ha sottolineato se ero al corrente di avere un blocco di branca destra incompleto.
Anche questa per me non era una novità visto che mi era stato riscontrato anche al precedente ecocardiogramma, ma il fatto che me lo abbia chiesto con un tono particolare, mi è suonato strano visto che non ci avevo mai dato peso . Infatti il precedente cardiologo non mi aveva detto come comportarmi nei confronti di questo fatto, considerandolo una sciocchezza, mentre quello odierno ha espresso il fatto di eseguire periodici controlli per vedere se resta stabile. Al di là di questo, una volta rietrato a casa sono andato a ricercare i vecchi referti ecg effettuati per tenere traccia del bbd, e ho ripescato quello eseguito in sede di pronto soccorso per attacco di ansia nel 2012 che recita : " bbd incompleto. lieve sopradimensionamento st senza segni di specularità".
A questo punto ho commesso un errore madornale, ossia ho cercato su internet questa accoppiata di termini; apriti cielo!! E'apparso di tutto, da brugarda a varie cardiopatie, chi più ne ha più ne metta. Inutile dire che sono qui che fremo sul divano. Negli ecg sostenuti negli anni successivi al 2012 in sede di ecocardiogramma, il referto presenta solo il bbd incompleto, non riferendo di sopradimensionamento st.
Adesso avrei bisogno di avere un pochino di chiarezza; le sottopongo le domande in modo distinto sperando che siano di più facile lettura:
- il fatto che il bbd sia stato riscontrato puntualmente ad ogni visita può farmi, con un elevato livello di confidenza, pensare che effettivamente si tratta "solo"di quello e non di altro di più grave?
- In una condizione di extrasistolia sopraventricolare e ventricolare, lieve insufficienza mitralica, bbd e forse anche lieve sopradimensionamento st., ogni quanto devo effettuare controlli e quali?
- Ho notato che tempo fa in questo consulto riferivo di una frequenza sui 54-57 bpm a riposo; ad oggi sono calati a 45-49 bpm (non ho sintomi fisici al riguardo), senza che siano in concomitanza di un aumento dell'attività fisica, è significato di qualcosa?
Grazie molte dottore, spero che risponderà con la sua solita precisione e chiarezza.
[#22] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Un blocco di branca destra incompleto e' presente nel 20% della popolazione.
Non ha alcun valore patologico.
Tanto e' vero che alcuni cardiologi lo segnalano ed altri no, proprio perché' fa parte della normalità'.

Smetta di preoccuparsi per sciocchezze.
Ha 25 anni.
Spenga il computer e vada a cercare una ragazza che le faccia battere il cuore per qualcosa di serio.

Con questo la saluto

cecchini