Utente 810XXX
Ho 31 anni, fino a 30 anni ho sofferto di eiaculazione precoce che grazie all'uso di preservativi ritardanti sono riuscito a risolvere parzialmente. Da un anno però frequento una ragazza più grande di me con una grande esperienza sessuale e ritmi sessuali di due rapporti al giorno di media contro i miei di due tre volte a settimana. Inoltre con lei ho avuto i miei primi rapporti sessuali senza preservativo, inizialmente ho riavuto episodi di eiaculazione precoce poi tutto si è risolto e i nostri rapporti sono diventati perfetti con massimo piacere di entrambi e oragsmo reciproco. Dopo circa un mese però ho avuto un episodio di mancata erezione...questo ha subito suscitato delle insicurezze nella mia compagna e di conseguenza anche in me. nel tempo questi episodi sono aumentati con successive discussioni con la mia compagna che non si sentiva più desiderata, attraente e amata. Ora capita spessissimo che ho erezione e perdita di erezione appena mi spoglio e sto per iniziare il rapporto sessuale.
Ho fatto analisi del sangue, dosaggio ormonale:tutto nella norma. Ho parlato anche con un andrologo che mi ha solo detto di diminuire i rapporti sessuali perchè era solo un problema di stanchezza stress e ansia.
Ora sono in attesa anche di un ecocolordoppler dei vasi penieni e sto pensando anche di andare a fare una visita da un sessuologo per capire se la causa fosse psicologica. cosa posso fare ancora? Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Moiso
28% attività
0% attualità
12% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
penso che abbia già fatto ben oltre quanto normalmente si farebbe secondo questa anamnesi. Ho letto che è già seguito da un collega andrologo (concordo sui dosaggi ormonali, molto meno sul doppler penieno) i cui consigli mi sono sembrati sensati. Spesso da alcune piccole defaillance del tutto normali si ingenerano paure ed ansia da preestazione che unita allo stress provoca quanto da lei riferito. Segua i consigli del suo andrologo di riferimeto
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 810XXX

Iscritto dal 2008
Grazie per la risposta.
Purtroppo anche se i rapporti sessuali sono meno frequenti il problema del calo di erezione persiste, ho provato a lsciarmi andare, a non pensarci ma senza risultati o per lo meno solo una volta su 6 va tutto bene.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
oltre alle corrette indicazioni già ricevute dal collega Moiso, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche e su quali indagini eventualmente fare per capire la causa dei suoi problemi, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:
http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=22450.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.centrodemetra.com
www.andrologiamedica.org