Utente 308XXX
Buongiorno,
Ho 35 anni appena compiuti e da da gennaio avevo ripreso (dopo un periodo di sospensione) a mettere le lenti a contatto con regolarità. A metà aprile ho avuto un bell'orzaiolo all'occhio destro, proprio di fianco al dotto lacrimale sulla palpebra inferiore. Non volevo disturbare il medico di base per cui mi sono recata in farmacia e ho chiesto consiglio lì. Mi è stato dato un collirio (tobradex) che ho applicato a entrambi gli occhi per ca una settimana (anche il sinistro prudeva un po,' sebbene non ci fosse la caratteristica pallina bianca).
Il tutto sembrava risolto e io, per precauzione, ho limitato l'uso delle lenti alla sola attività sportiva.
Progressivamente però la palpebra superiore dx ha iniziato a gonfiarsi, soprattutto alla mattina. L'aspetto esteriore è quello di una blefarocalasi con la palpebra ben appoggiata sulle ciglia. L'aspetto torna "seminormale" alla sera, per poi ripeggiorare alla mattina successiva. Al di là dell'effetto estetico, mi procura fastidio quando sbatto le palpebre, mi sento gli occhi stanchi (specie il dx) e sento la palpebra "pesante".
Sinceramente avevo rimosso la questione orzaiolo e ho consultato subito un medico estetico pensando di avere un problema di blefarocalasi. Il medico ha effettivamente riscontrato un problema di blefarocalasi e mi ha consigliato un laser per "tonificare la parte" e posticipare la blefaroplastica, che a suo parere dovrò cmq fare prima o poi. A suo parere NON ci sono creme o pomate che possono aiutare.
Mi sono rivolta anche al medico di base (anche lui medico estetico) che invece mi ha detto che secondo lui la palpebra è prevalentemente gonfia, anche se c'è un inizio di blefarocalasi. Mi ha dato una crema della Bionike per tonificare la parte e mi ha prescritto una visita oculistica.
A nessuno dei due ho detto dell'orzaiolo, me ne ero proprio dimenticata.
Adesso ho le idee un po' confuse.... So solo che così non mi piaccio perchè l'occhio dx ha una forma diversa dal sx e, al di là dell'aspetto estetico, mi dà proprio fastidio.
Cosa posso fare?
Mi aiutate?
Grazie
[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
mi scusi

lei usa lenti a contatto di che tipo, mensili?

lei non ha consultato un medico oculista?

perche’?
[#2] dopo  
Utente 308XXX

Iscritto dal 2013
Salve,
Da gennaio avevo re iniziato ad usare lenti a contatto mensili e le tenevo in media 5 gg su 7 per ca 10 ore al giorno.
Erano ca 2 anni che non le mettevo: me lo aveva sconsigliato l'oculista perchè stavo facendo delle cure ormonali, che adesso ho sospeso.
Dopo l'orzaiolo ho pensato che forse era opportuno ridurre l'uso delle lenti e ho iniziato a mettere solo le giornaliere e solo quando faccio sport (diciamo una decina di ore a settimana).
Non ho contattato subito l'oculista di base perchè sono stupida....
Pensavo che la palpebra fosse cadente, non gonfia, e non ho collegato di aver avuto a quell'occhio un orzaiolo.
Mia madre ha dovuto fare la blefaroplastica a 50 anni xchè le palpebre erano collassate sulle ciglia e vivo nell'ansia di doverla fare anche io.
Adesso sono molto preoccupata, non vorrei che la situazione non fosse più migliorabile e non posso stare così, mi dà veramente fastidio.

[#3] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2004
vada da un medico oculista per piacere

o venga a trovarmi quando vuole

la patologie oculari le cura il medico oculista



ok lenti giornalieri

no lenti mensili

ed aspettiamo a guarire poi pensiamo alla chirurgia che mi sembra davvero prematura alla sua eta’
[#4] dopo  
Utente 308XXX

Iscritto dal 2013
Mercoledì ho la visita dall'oculista. Se non risolvo vengo sì a trovarla.
Grazie 100 per ora e terrò a mente di non usare più le mensili.
[#5] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2004
in bocca al lupo
[#6] dopo  
Utente 308XXX

Iscritto dal 2013
Buongiorno Dr Marino,
volevo aggiornarla.
Ieri ho fatto la visita oculistica.

- La miopia è rimasta stabile.
- il medico mi ha sconsigliato l'uso delle lenti al lavoro e ha ribadito di usare le giornaliere

- secondo lui, oltre all'orzaiolo, ho avuto anche un calazio, cmq è tutto risolto.

- ha riscontrato un'infiammazione della congiuntiva che potrebbe essere la parziale causa del gonfiore della palpebra e mi ha dato un unguento cortisonico (Flumetol) da applicare per 10 gg alla sera

Adesso vengono le domande:

- il medico mi ha detto che a suo parere il gonfiore mattutino delle palpebre potrebbe essere causato dalla ritenzione idrica e mi ha invitato a bere più acqua durante il giorno. E' possibile?

- il medico ha riscontrato anche una blefarocalasi (seppur in fase iniziale). Mi ha sconsigliato (per ora) di operarmi, ma ha appoggiato l'idea di un laser alle palpebre che a suo parere dovrebbe, oltre che migliorare l'aspetto, togliere quel senso di pesantezza e gonfiore che sento. A suo parere non ci sono rischi, nel peggiore dei casi la situazione nn migliora. La mia domanda è: il laser aiuterebbe a "rimediare" sia il gonfiore che la blefarocalasi? Se si per quanto tempo? (non spendo soldi se il risultato dura 3 mesi e poi sono punto e a capo). E' vero che non ci sono rischi?

- il medico mi ha sconsigliato Lasik o PRK (a me manca 2 da un occhio e 2.25 dall'altro) perchè soffro di Herpes. Dice poi che, andando avanti con l'età, se non mi opero da vicino non dovrò mettere gli occhiali.
Cosa ne pensa? Se dovessi cmq operarmi lei consiglia Lasik o PRK?

- Infine per quanto riguarda i giramenti di testa e la difficoltà a mettere a fuoco che gli ho riportato mi ha invitato a fare una visita neurologica.

La ringrazio in anticipo