Utente 352XXX
Salve,
anche se è da molto tempo che utilizzo questo sito, questa è la prima volta che mi trovo a richiedere un consulto. Vorrei ringraziare ad ogni modo gli specialisti che hanno reso questo portale un punto di riferimento e vorrei richiedere, se possibile, qualche minuto del loro tempo per fare luce su diagnosi poco chiare.

Il mio problema nasce alla fine del mese di Febbraio. All'improvviso è comparsa una parestesia al IV e al V dito della mano sinistra. Il test di pressione manuale sul nervo ulnare al gomito era negativo.

Applico in maniera piuttosto ingenua il ghiaccio sul gomito più volte al giorno. L'applicazione del ghiaccio mi provoca una temporanea infiammazione del nervo ulnare al gomito con conseguente test positivo alla palpazione e scossa. Faccio un consulto neurologico nei primi giorni di Marzo ed effettuo una elettromiografia di cui posto i risultati.

Velocità di conduzione motoria massima:
Mediano sn (gomito-polso): 53 m/s (lat.dist. 3.4 ms; Md 2.7 mV, Mp 2.8 mV)
Ulnare sn (sottogomito-polso): 52 m/s (lat.dist. 3.0 ms; Md 7.4 mV, Mp 7.2 mV)
Ulnare sn (sopragomito-sottogomito): 53 m/s (M 6.8 mV)

Velocità di conduzione sensitiva massima:
Ulnare sn (palmo-polso): 44 m/s (p.l. 2.2 ms; SNAP 7 uV)
Ulnare sn (palmo-polso): 54 m/s (p.l. 1.9 ms; SNAP 35 uV)

Lieve neuropatia dell'ulnare di sinistra al polso ed al gomito

La stringa "44 m/s (p.l. 2.2 ms" è in grassetto e sottolineata. Mi viene prescritto Neuraben e Nicetile 500 mg per 20-30 giorni.

Alla fine di Aprile l'infiammazione al nervo ulnare al gomito sembra passata e i test di palpazione relativi risultano completamente negativi. Restano le parestesie.

Faccio un consulto da un ortopedico ed una RMN. I test alla cervicale sono NEGATIVI.

Leggero appiattimento della lordosi cervicale.
Assenza di alterazioni della morfologia e o del segnale a carattere focale ai metameri cervicali.
Conservate morfologia ed ampiezza del canale osseo vertebrale.
Minima protrusione dei profili discali posteriori ai livelli C3-C4 ed in minor misura C4-C5 con leggera impronta sullo spazio subaracnoideo anteriore ma senza effetti compressivi diretti sul tessuto midollare.
Assenza di patologia discale a carattere focale erniario nel tratto in esame.
Regolare morfologia volume e segnale midollo cervicale.

Mi vengono prescritte 10 sedute di tecar terapia cervicale.

A maggio i test alla cervicale sono NEGATIVI, i test manuali al braccio sinistro sono NEGATIVI. Le parestesie rimangono.

Stando sul divano nella stessa posizione per 20-30 minuti con il braccio DESTRO (quello sano) in posizione verticale ho cominciato improvvisamente a sentire esattamente le stesse parestesie al IV e V dito anche alla mano destra. i sintomi spariscono in 30 secondi.

Ho effettuato il test di Allen al braccio sinistro e risulta positivo. La mano non si ricolora completamente nemmeno dopo un minuto. L'ecodoppler conferma uno scarso apporto.

La causa del problema può essere di natura circolatoria? Come posso risolverlo?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

da quanto dice, escluderei un problema circolatorio: sembra di natura neurologica (nervo ulnare).

La diagnosi è essenzialmente clinica: non ci si deve troppo far condizionare dagli esami strumentali, che, per quanto utili, talvolta danno falsi negativi.

Molto meglio lasciarsi "guidare" dall'esame clinico.

Nel suo caso, va chiarito se il problema è al gomito, al polso o in entrambe le sedi.

Se le parestesie persistono e durano da oltre due mesi, non essendo scomparse con gli integratori neurotrofici, va valutata l'opportunità di una decompressione chirurgica.

Buon pomeriggio.
[#2] dopo  
Utente 352XXX

Iscritto dal 2014
Buonasera gentile Dr.,
innanzitutto vorrei ringraziarla per l'attenzione dedicatami e la celere risposta.
Non sono una signora, sono un ragazzo di 29 anni sportivo ed in normopeso.

Vorrei riassumere il quadro.
Il neurologo dopo l'elettromiografia iniziale sostiene che sia un problema di neuropatia al polso ed al gomito.
L'ortopedico dopo la RMN sostiene che sia un problema di natura cervicale.

Dopo due mesi i sintomi SI SONO ALLEVIATI ma non sono spariti.

Ho effettuato per caso, dopo un'intuizione dovuta ai sintomi comparsi temporaneamente al braccio destro, il test di Allen al braccio sinistro e risulta positivo. Un ecodoppler abbastanza sbrigativo direi (20-30 secondi al massimo) effettuato SOLO sul polso conferma che l'arteria ulnare è insufficiente.

Non avendo una diagnosi chiara ho fatto alcune ricerche in letteratura e su alcuni articoli scientifici di cui posto alla fine alcuni tratti salienti.

I miei sintomi sembrerebbero corrispondere esattamente a quelli della compressione del nervo ulnare associata a patologie (ad esempio trombosi) dell'arteria ulnare (COMPRESSIONE ZONA 3)
-Il test di Allen è positivo e l'apporto di sangue dell'arteria ulnare è INSUFFICIENTE
-Ho deficit SOLO di natura sensoriale e mai di tipo motorio.

Com'è possibile fare luce sulla diagnosi?

...
Pathoanatomy
causes of compression include

ganglion cyst (80% of nontraumatic causes)
lipoma
repetitive trauma
ulnar artery thrombosis or aneurysm
hook of hamate fracture or nonunion
pisiform dislocation
inflammatory arthritis
fibrous band, muscle or bony anomaly
congenital bands
palmaris brevis hypertrophy
...

Zone 1 Proximal to bifurcation of the nerve Ganglia and hook of hamate fractures Mixed motor and sensory
Zone 2 Surrounds deep motor branch Ganglia and hook of hamate fractures Motor only
Zone 3 Surrounds superficial sensory branch Ulnar artery thrombosis or aneurysm Sensory only
...
Physical exam
inspection & palpation
clawing of ring and little fingers
caused from loss of intrinsics flexing the MCPs and extending the IP joints
Allen test
helps diagnose ulnar artery thrombosis

tratto da http://www.orthobullets.com/hand/6022/ulnar-tunnel-syndrome
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Le ho già risposto: la diagnosi è clinica, non strumentale.

Gli esami sono solo un utile complemento.
[#4] dopo  
Utente 352XXX

Iscritto dal 2014
Sono stato visitato clinicamente svariate volte e le diagnosi sono diverse tra loro.
Se è un problema cervicale ad esempio non credo sia consigliabile effettuare un intervento al polso o al gomito.

-Il neurologo dopo l'esame clinico (completato da quello strumentale) sostiene una neuropatia.

-L'ortopedico dopo l'esame clinico (completato da quello strumentale) sostiene un problema cervicale.

Inoltre, ci possono essere correlazioni con patologie dell'arteria ulnare?
In quale modo dall'esame clinico si possono evincere?

Alcuni test clinici effettuati:
Test di Tinel: Negativo
Test di iperflessione del gomito: Negativo
Test di Allen: positivo
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
L'arteria ulnare non c'entra.

Non posso entrare nel merito di due visite effettuate da due specialisti con conclusioni differenti.

L'unica cosa che può fare è sentire un terzo specialista.

Partirei, comunque, dall'esito dell'EMG (Lieve neuropatia dell'ulnare di sinistra al polso ed al gomito).