Utente 815XXX
Gentili dottori
vi chiedo un consulto perchè sono disperata. dovevo sposarmi con un ragazzo di quasi 35 anni che mi ha nascosto un terribile segretodisetro a tante scuse: la disfunzione erettile. noi non abbiamo mai avuto rapporti e già questo doveva insospettirmi sta di fatto che alla fine mi ha detto che associa il rapporto sessuale a un trauma che ha avuto da piccolo.In realtà dopo un consulto da un urologo e da alcuni esami risulta che: ha i testicoli pari a 3.3(sin) e 2.3 (dX) (ipotrofia testicolare bilaterale e varicocele II a sin.), ha uno spermiogramma pari a 8 milioni (grave OLIGOSPERMIA E LENTEZZA di movimento), fsh è di un punto superiore alla norma non ricordo se 11 o 12 e lh pari a 2.5. considerato che da piccolo è stato obeso (obesità ginoide) ha attualmente i fianchi arrotondati ed è alto, tutto mi ha fatto pensare al Klinefleter. ora si sta facendo il cariotipo. Lei che ne pensa: è connessa l'impotenza con la sindrome? che possibiltà ha di poter procreare seppure con la fecondazione assistita.Grazie ancora
ps ha comunque la barba e non ha mai avuto mammelle nè tanto meno ritardi mentali; co potrebbero essere altre spiegazioni alla tipologia?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara Signora,non capisco come possa "sospettare" la presenza di una S. di Klinefelter che,nella massima parte dei casi,e' caratterizzata da una azoospermia e da alterazioni ormonali ben piu' evidenti di quelle che ci riferisce.Se il vostro rapporto relazionale e" in crisi,non credo sia corretto porre come riferimento la sindrome in questione con tuttle le caratteristiche fenotipiche che la caratterizzano,senza che un medico esperto abbia posto una diagnosi certa.La disfunzione erettile,anche nel caso di una conferma genetica,non e' una condizione che caratterizza la sindrome di Klinefelter.Ho la sensazione che il trauma riferito dal Suo compagno (di cui non specifica la natura) abbia avuto un peso determinante sul quadro seminale e sullo sviluppo psicosessuale.Che ne pensa il Suo partner ed il Suo urologo ?Ho la sensazione che vi sia molta confusione di ruoli.Ci aggiorni,se ritiene.Cordialita'.
[#2] dopo  
Utente 815XXX

Iscritto dal 2008
Ringrazio moltissimo il dottor Izzo per la sua risposta. Il trauma di cui mi parla il mio ragazzo è il fatto che a 3 anni un 'intervento' credo di fimosi gli ha procurato dolore e tanta vista di sangue. Dice che associa quel dolore al rapparto sessuale di cui ha sempre avuto paura. Le chiedo un'ultima cosa: l'ipogonadismo e la sindrome di Klinefelter possono creare impotenza? C'è un rimedio alla fertilità?Lui è disperato e nonostante l'aiuto di una brava psicologa non riesce a venirne fuori.grazie ancora e complimenti per il sito!
[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentile utente,
concordo pienamente con il dr. Izzo e mi intrometto solo per aggiungere questa osservazione.

La storia di questa sindrome trae origine perchè
nel 1942 Harry F. Klinefelter, Edward C. Refeinstein e Filler Albright, pubblicarono sul giornale di Endocrinologia Clinica un articolo su sette casi di ginecomastia osservati al Massachusset General Hospital di Boston, più due casi di pazienti privati, descrivendo una sindrome che “comincia durante l’adolescenza ed è caratterizzata da ginecomastia ed un tipo specifico di ipogonadismo”.

E' vero che la ginecomastìa può non essere presente, ma frequentemente è il primo sintomo che la fa sospettare e Lei per il suo ragazzo non ne fa alcun cenno : evidentemente non c'è, perchè non potrebbe passare inosservato.

Cordiali saluti
[#4] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Però ad una rilettura della sua richiesta forse c'è stata anche una ginecomastia (ginecomastìa falsa o pseudoginecomastìa)
"considerato che da piccolo è stato obeso (obesità ginoide) ha attualmente i fianchi arrotondati".....

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=42900
[#5] dopo  
Utente 815XXX

Iscritto dal 2008
Gentile dottore la ringrazio immensamente per il suo interessamento. effettivamente il mio ragazzo dai sei anni fino ai 16 è stato obeso; guradando le sue foto da bambino mi ha colpito il fatto che il grasso era tutto sulle cosce ma non so se c'era ginecomastia. attualmente è magro non ha muscolatura, non ha per niente ginecomastia e i fianchi arrotondati. in attesa di un consulto andrologico lei mi saprebbe dire se c'è un'altra patologia oltre al Klinefleter con questi sintomi: testicoli piccoli ipotrofici, testosterone basso- nella norma, altezza, oligospermia e deficit erettile. grazie per le vostre risposte mi aiutano tento in un meomento così triste. grazie
[#6] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...non mi é mai capitato,in trenta anni di professione medica,che si possa parlare di Sindrome di Klinefelter senza che la stessa sia stata diagnosticata.Piuttosto la galassia dell'ipogonadismo,sia primitivo che secondario,deve necessariamente essere esplorata da un medico esperto che sappia strategicamente collegare le varie fasi dello sviluppo (pre-puberale e post puberale) per ottimizzare l'eventuale intervento terapeutico.Tutto ciò é impossibile,nonché rischioso e fuorviante,realizzarlo via web.Cordialità.