Utente 381XXX
Salve,
ho da poco compiuto 51 anni e sono un portatore di valvola aortica meccanica sorin27 attualmente funzionante(sostituita nel lontano 1987). Lo scorso gennaio 2014 ho avuto un ictus ischemico con un INR nella norma(valore 3) che fortunamente non mi ha lasciato gravi danni fisici e neurologici ma con il mio ricovero è stato accertata una dilatazione dell'aorta acendente di 49mm con eco e 49.6 x III medio ascendente 51.5 con giunzione seno tubolare 43,5 tac con m.d.c..
Il cardiochiurugo mi dice che con queste dimensioni dell'aorta dovrò operarmi ma non adesso in quanto l'intervento è più rischioso di una eventuale rottura dell'aorta(mi parlava di 1% di rischio attuale). Al momento ogni sei mesi faccio una tac con liquido di contrasto e la dilatazione è rimasta invariata. La mia protesi valvolare funziona benissimo ma devo anche pensare che il giorno che dovrò essere rioperato ci sarà da mettere in conto l'ipotesi di cambiare nuovamente la valvola aortica che oramai ha trentanni.
Quello che non mi fa stare bene psicologicamente è il pensiero dell'aorta dilatata.
E' meglio intervenire o attendere ancora qualche anno?
Cordiali Saluti.
Carlo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Iaci
32% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Effettui un altro controllo tra 6 mesi con tac o ecocardio; l'intervento si rendera' necessario considerando la sua giovane eta', ma aspetterei che aumentino ancora un po' le dimensioni, anche sulla base della sua superficie corporea.
Non c'e' motivo di sostituire la sua valvola aortica se funziona correttamente.

GI