Utente 382XXX
Buongiorno dottori, il mio problema che vorrei portare alla vostra attenzione si è manifestato per la prima il 9 aprile 2015, quella sera mi feci accompagnare in ospedale per forte tachicardia, mancanza di respiro e sensazioni di perdere il controllo, o peggio morire. Una volta arrivato al pronto soccorso, mi chiesero se soffrivo d'ansia, o se almeno ero abbastanza ansioso.. la mia risposta fu positiva.. sono un ragazzo particolarmente ansioso, detto questo mi fecero un Ecg, con risultato 80 bpm, pressione arteriosa 120/80 e SpO2 99%.. valori in un certo senso perfetti, in seguito mi diedero delle gocce (Tranquirit) e mi mandarono a casa. In seguito, sono andato a pronto soccorso altre 5, o 6 volte, avevo sempre gli stessi sintomi anche se leggermente più lievi, ma la mia paura più grande era quella di avere un infarto o un attacco cardiaco, ed allora decisi di sottopormi ad un altro Ecg e una visita cardiologica privatamente, ovviamente anche qui l'esito è stato negativo, cuore perfetto addirittura battito d'atleta disse il dottore. Il problema è che sto soffrendo, da quasi 2 mesi ormai sono riuscito a controllare gli attacchi di panico ma non il dolore che provo.. ho preso Arnica compositum e Voltfast per 5-6 giorni (suggerita dal medico curante) come ipotetica cura ad uno strappo muscolare al pettorale sinistro/bicipite sinistro, ma con risultato scarso.. ed allora tornato dal dottore mi ha detto di andare a fare una radiografia alla colonna vertebrale per una probabile scoliosi.. adesso io mi chiedo, è possibile che una forma di scoliosi (ho letto che la scoliosi può portare difficoltà di funzionamento al cuore e polmonare) mi faccia avere difficoltà a respirare, difficoltà a svolgere attività fisiche come partite di calcetto e mi perseguita con dolori al petto, al braccio, spalla, e spesso anche nella mano o nella mascella sinistra? Io ho paura, ho paura che sia un problema al cuore anche se ho avuto un riscontro negativo con gli Ecg che ho fatto.. vi ringrazio anticipatamente, mi scuso per il testo eccessivamente lungo, ma ci tenevo a spiegare tutto nei particolari.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Prof. Alessandro Caruso
40% attività
16% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Egr. signore, nessuna scoliosi porta un malfunzionamento dell'apparato cardio polmonare. Per avere una scoliosi qualche minima interferenza con l'apparato cardiovascolare e polmonare bisogna parlare di scoliosi gravissime di oltre 70°gradi. Livello oggi difficili ovviamente da raggiungere in quanto verrà di certo valutata e trattata prima, quando la curva scoliotica misura livelli inferiori.
Quindi tutto puo' essere il suo malessere, verosimilmente su base ansiogena, ma certamente nulla è attribuibile alla scoliosi.

Distinti saluti
alessandrocaruso.me@katamail.com