L'area di Medicina non Convenzionale è riservata ai soli perfezionati in tali discipline, quindi non sarà possibile ricevere risposte da altri specialisti. Teoria e pratica delle discipline di Medicina non Convenzionale ad oggi non sono ancora sostenute da sufficiente sperimentazione scientifica e sono disciplinate dal codice di deontologia medica (art. 15)

Utente 169XXX
Un cordiale saluto.
da diverso tempo sento i sintomi dell'ansia: fastidio allo stomaco, palpitazioni e fastidio braccio sx, vista tendende al "bianco" , umore non dei migliori, forza diminuita come l'appetito..
Questa situazione si è acuita da 4 /5 gg, accompagnandomi durante la giornata e non riuscendo a dormire( dal medico curante: 1/2 pastiglia di lendormin x una settimana, almeno riposo...).
Ieri ho fatto la prima seduta dallo psicoterapeuta ma oltre a "sfogarmi" non ho ottenuto niente.
lo so è presto...
solo che la mia domanda è questa ( lo proporrò anche alla mia terapeuta): vorrei cominciare un percorso con quest'ultima ed allo stesso tempo iniziare anche una cura omeopatica con uno specialista, per avere anche un supporto farmacologico...
dico ciò anche perchè l'altro giorno mi sentivo così male che ero prossimo a prendere 10 gocce di alprazolam...ma fortunatamente ho desistito...così tra approccio psicoterapeutico e farmacologico ma non con benzodiazepine, vorrei provare ad uscirne fuori...se non dovesse andar bene, si parlerà con altri specialisti e di altri tipi di farmaci...premetto di non aver preso mai farmaci ansiolitici o antidepressivi.
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Sandro Morelli

28% attività
4% attualità
16% socialità
VELLETRI (RM)
LATINA (LT)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
Io personalmente ho pazienti in cura da uno psicoterapeuta che contemporaneamente fanno una cura omeopatica. Forse è il modo migliore per un approccio completo.
dott. Sandro Morelli