Utente 369XXX
Buon pomeriggio,
sono un ragazzo di 21 anni e da qualche anno soffro di emorrodi. In 3 anni ho avuto 3 sanguinamenti, 3 anni fa mi avevano diagnosticato emorroidi di 2 grado, 1 mese fa invece il chirurgo mi ha detto che sono di 3 grado. Mi sono rivolto al chirurgo in quanto qualche mese prima avevo avuto un abbondante sanguinamento. Ora sono 4 mesi che non noto più sangue nel WC in seguito all'evacuazione. Il chirurgo mi ha prescritto per 15 giorni triade h assieme a delle fibre. Premetto che sono gay e avendo un compagno vorrei soddisfarlo sessualmente. Mi chiedo però quali conseguenze potrei avere in caso di rapporti anali passivi con emorroidi di 3 grado e se sia altamente sconsigliato.Inoltre mi chiedo quale sia, se necessario, l'intervento migliore nel mio caso.
Vi ringrazio anticipatamente per le vostre risposte
cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente è ovvio che i rapporti anali nel suo caso possono peggiorare la sintomatologia emorroidaria. L'intervento che posso consigliarle, se indicato dopo una visita proctologica, è una tecnica che non preveda l'apposizione di agrafe metalliche.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 369XXX

Iscritto dal 2015
Buon giorno dottore, la ringrazio per la sua cortese attenzione.
Il chirurgo che mi ha visitato mi ha detto che le emorroidi erano di 3 grado e che in futuro mi sarei dovuto operare ma che è ancora troppo presto. Controllando su internet però ho notato che per emorriodi di 3 grado si intende emorroidi con prolasso, cosa che io non ho. Inoltre a causa della vergogna che provavo nel chiedere al chirurgo infromazioni riguardo la sfera sessuale non ho trattato il tema. La mia domanda è (e scusi l'ignoranza a riguardo): possono le emorroidi di 3 grado guarire completamente senza operazione? E inoltre ci sono delle pomate locali o dei farmaci che possono essere assunti oltre ovviamente ad una dieta ricca di fibre e di liquidi? perchè la cura datami dal chirurgo l ho gia conclusa ma dato che il prossimo appuntamento è stato fissato i primi di settembre vorrei sapere cosa potrei fare nel mentre per far migliorare la situazione. E infine cosa comporterebbe un peggioramento delle emorroidi in questione se in modo sconsiderato decidessi di avere un rapporto anale sporadico per soddisfare il mio partner?
La ringrazio nuovamente
cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
La sua patologia può migliorare con la terapia ma non guarire e i rapporti anali possono riacutizzare la sua sintomatologia.
Saluti