Utente 384XXX
Buongiorno , sono un ragazzo di 33 anni , impiegato in banca , non sono uno sportivo provetto ma sto iniziando pian piano , ho smesso di fumare un anno fa e sono circa sette kg in sovrappeso. Da agosto scorso ho iniziato a soffrire di disturbi di ansia e somatizzazioni ( dolori al petto braccio momenti di ansia ecc..a causa di una vicenda molto traumatica accadutami e che tutt'ora vivo . Ho fatto qualsiasi tipo di visita , ecg almeno 4 , ecocardio color Doppler cardiaco , analisi sangue per qualsiasi cosa , ecg sotto sforzo , lastra torace , visita medico sportiva con rilascio e idoneità del certificato agonistico , ecocolordoppler aorta, ecografia addome completo , holter cardiaco 24 ore.
Esami risultati tutti nella norma ( che sottolineo io ho voluto fare per forza e tranquillizzarmi ) ho solo una lieve insufficienza mitralica rilevata al doppler che il cardiologo ha definito davvero lievissima e innocua ( sarebbe quello che viene definito soffietto ? ) , sono in cura da una psichiatra e faccio psicoterapia .
La mia pressione di solito è 110/65 ( mattina appena sveglio ) 105/63 , più raramente 115/65.
Ho sviluppato però una vera ossessione nel misurarla ed a volte lo faccio proprio nei momenti di maggiore ansia e per tre quattro volte durante un vero attacco di ansia l'ho trovata a 140/86 , 143/90 ( di pomeriggio sempre al ritorno dal lavoro ) , valori che alla seconda misurazione tornavano subito nella norma , 126/75 ad esempio , per scendere poi come quelli del mattino 110/65 ad esempio .
Vorrei sapere se questi episodi sporadici possono essere pericolosi ( mio padre a 38 anni ha avuto una ischemia celebrale era però quasi un alcolista e un fumatore accanito ora sta bene non è iperteso e conduce una vita normale ) , il mio medico e la mia psichiatra mi dicono di stare sereno , ma vorrei anche un vostro parere , ribadisco che gli unici momenti in cui ho riscontrato il rialzo ( misuro la pressione anche 25 volte al giorno ) , sono stati questi in cui venivo colto dall'attacco d'ansia .
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Son mi preoccupo certo dei suoi valori pressori, quanto del fatto che lei se li misuri 25 volte al giorno.
Questa si che è una patologia.
Smetta di murarsi la,pressione, camperà di più e meglio.
Arrivederci
[#2] dopo  
Utente 384XXX

Iscritto dal 2015
Buongiorno dottore e buona domenica , grazie per la risposta , effettivamente mi rendo conto che la patologia è questa , pensi che una volta in stato di agitazione dopo aver fatto tre rampe di scale e' arrivata a 153... , il medico di famiglia ( mio caro amico ) logicamente mi ha detto che te la misuri dopo aver fatto le scale di corsa ??? ( in modo ironico / sarcastico )
Purtoppo sbaglio io perché vado a misurare la pressione proprio quando sono in completa ansia , che tra l'altro passa dopo pochi minuti , come per giustificare il fatto che poi la misuri sempre.
A volte purtoppo a causa delle manifestazioni ansiose però avverto dei sintomi tipo giramenti di testa , testa vuota , confusione , dolori al petto ( soprattutto a lavoro ) , ma anche lì' ho misurato spesso la pressione e a parte due casi in piena ansia 140/90 ... , era sempre normalissima anzi tendente al basso 105/62 ad esempio.
Comunque la sua risposta è chiara .
Grazie arrivederci .