Utente 384XXX
Buongiorno.
Uno specialista del dolore ha prescritto a mia nonna (84enne), per un dolore cronico alle gambe, diversi farmaci, fra cui gocce di EN e il cerotto transtec.
Dopo vari effetti collaterali, tra cui sonnolenza e capogiri, il medico di famiglia ci ha detto di interrompere immediatamente la cura, perché troppo forte per lei.
Ho tolto io stessa il cerotto martedì mattina, e ad oggi mia nonna continua ad avere capogiri (anche se non continui) è una sonnolenza assurda. Proprio ora è tornata a letto per l'impossibilità di stare in piedi.
Il dottore ci ha rassicurato che sono i tipici effetti collaterali da interruzione, ma io volevo un vostro parere a riguardo, e soprattutto sapere se è il caso di effettuare ulteriori controlli (esami del sangue fatti a metà maggio, perfetti.)
Se si trattasse di effetti collaterali da interruzione, considerando che ha tenuto il cerotto una ventina di giorni, quanto dobbiamo aspettare perché si esauriscano?
Grazie infinite
[#1] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
20% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile utente
I sintomi da sospensione con Transtec sono abbastanza insoliti, comunque possono manifestarsi alla sospensione sintomi di astinenza che comprendono: agitazione, ansia, nervosismo, insonnia,ipercinesia, tremori e disturbi gastrointestinali.
[#2] dopo  
Utente 384XXX

Iscritto dal 2015
Buonasera,
Sono appena stata dal medico di famiglia che mi ha rassicurato. Lui sostiene che queste vertigini e sonnolenza sono dovute ad uno "strascico" del farmaco, che il corpo espellerà in una ventina di giorni.
Lei cosa ne pensa? Possiamo stare tranquilli ?
La ringrazio
[#3] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
20% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
si dovrebbe vedere un lieve miglioramento fra 7 giorni, è consigliabile tenere sotto controllo la pressione arteriosa