Utente 384XXX
Buongiorno.
Uno specialista del dolore ha prescritto a mia nonna (84enne), per un dolore cronico alle gambe, diversi farmaci, fra cui gocce di EN e il cerotto transtec.
Dopo vari effetti collaterali, tra cui sonnolenza e capogiri, il medico di famiglia ci ha detto di interrompere immediatamente la cura, perché troppo forte per lei.
Ho tolto io stessa il cerotto martedì mattina, e ad oggi mia nonna continua ad avere capogiri (anche se non continui) è una sonnolenza assurda. Proprio ora è tornata a letto per l'impossibilità di stare in piedi.
Il dottore ci ha rassicurato che sono i tipici effetti collaterali da interruzione, ma io volevo un vostro parere a riguardo, e soprattutto sapere se è il caso di effettuare ulteriori controlli (esami del sangue fatti a metà maggio, perfetti.)
Se si trattasse di effetti collaterali da interruzione, considerando che ha tenuto il cerotto una ventina di giorni, quanto dobbiamo aspettare perché si esauriscano?
Grazie infinite

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
20% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile utente
I sintomi da sospensione con Transtec sono abbastanza insoliti, comunque possono manifestarsi alla sospensione sintomi di astinenza che comprendono: agitazione, ansia, nervosismo, insonnia,ipercinesia, tremori e disturbi gastrointestinali.
[#2] dopo  
Utente 384XXX

Iscritto dal 2015
Buonasera,
Sono appena stata dal medico di famiglia che mi ha rassicurato. Lui sostiene che queste vertigini e sonnolenza sono dovute ad uno "strascico" del farmaco, che il corpo espellerà in una ventina di giorni.
Lei cosa ne pensa? Possiamo stare tranquilli ?
La ringrazio
[#3] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
20% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
si dovrebbe vedere un lieve miglioramento fra 7 giorni, è consigliabile tenere sotto controllo la pressione arteriosa