Utente 102XXX
Anni 64 sono in cura da diversi anni per ipertensione arteriosa con una compressa di triatec alla mattina e mezza di Tenormin per via della tachicardia, tutto e' filato liscio, pero' e' un paio di volte quando vado a camminare in montagna non tanto in alto, nel pieno dello sforzo fisico sembra che il cuore manchi di qualche battito, al controllo con il dito sul polso e poi lo avverto come un reflusso dello stomaco come se avessi un rigurgito e nello stesso istante se controllo il polso sembra che si fermi, e poi torno a casa mi ci va un'oretta perché torni il tutto nella normalita' .La mia domanda Dott. e preoccupante una cosa del genere mi devo preoccupare non devo piu' fare sforzi,devo ammettere che faccio una vita sedentaria, e questo succede solo quando faccio sforzi tipo andare in montagna oppure sforzi nel zappare il giardino,eventualmente quale esame mi consiglia, la ringrazio in anticipo
[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Dovrebbero essere extrasistoli...faccia un Holter ECG e durante la registrazione cerchi di ripetere le attività che in genere si associano ai sintomi che riporta.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 102XXX

Iscritto dal 2009
Gent.Dott. grazie per la risposta sono andato dal mio dott. anche perché oltre le extrasistole avvertivo anche tanto bruciore di stomaco e reflusso continuo dopo i pasti e non contiamo le extrasistole erano tantissime, addirittura alla sera non riuscivo a dormire nel letto e dormivo seduto a una sedia in cucina appoggiato al tavolo per via del forte bruciore di stomaco, per fortuna che le sere sono state poche, e le ho detto mi dia qualcosa per questi problemi che ho non c'e' la faccio piu' ad andare avanti, e tutte le volte che ho il reflusso sento proprio che il mio cuore si fermi, allora lui mi dice, le do una cura drastica da cavallo lei tutte le mattine a digiuno prende una compressa di Lucen da 40 mg e faccia la cura almeno per un mese tutti i giorni, e nel frattempo le prescrivo un ECG sotto sforzo perché e' pericoloso avere le extrasistole sotto sforzo, dimenticavo sono in cura per pressione arteriosa con una compressa di Triatec e mezza di Tenormin e mezza di Esidrex tutte le mattine da una quindicina di anni, per farla breve dopo un mese di Lucen 40 mg non sento piu' nessuna extrasistole e siccome la lista di attesa e' lunga anche per via del periodo di ferie ho fatto l'esame ECG sotto sforzo il 28 agosto e siccome sono un soggetto ansioso il dott. mi ha detto di non sospendere il Tenormin se no quando arrivo a fare l'esame il mio cuore batte a mille e non le fanno l'esame cosi' ho fatto, questo e' il referto:

Indicazione al test: extrasistolia ventricolare soggetto ansioso

Protocollo: cicloergometro

Terapia: in atto atenololo 50

Condizioni basali:
FC:80 bpm PA:140/80 mmHg

ECG: nei limiti della norma

Condizioni allo stop:
Stop al :1° minuto del :V stadio al :70% della FMT per : esaurimento

FC: 110 bpm PA :190/90 mmHg DP : 203

Non sintomi, Discreta tolleranza allo sforzo. Scarso incremento cronotropo condizionato dal betablocco. Regolare curva pressoria.

ECG: Non modificazioni ST-T, non extrasistole ventricolari, rare DPSV nel recupero

Recupero : lento

Conclusioni: Test ergometrico sottomassimale in terapia betabloccante negativo per angor ischemia, aritmie
Lei Dott. cosa ne pensa dell'esame appena fatto il risultato , non riesco a decifrare la frase del referto: Rare DPSV nel recupero, e la frase DP:203. Lei Dott. pensa che il referto sia negativo oppure segnala qualche patologia in atto adesso prendero' l'appuntamento dal cardiologo pero' e' ancora in ferie, La Ringrazio tantissimo in anticipo.  
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
....guardi, personalmente ritengo che un test da sforzo eseguito in terapia betabloccante è altamente influenzato dalla terapia e quindi non ha valore...infatti nel referto viene riportato che è sottomassimale per questo e quindi i risultati non sono attendibili..faccia comunque riferimento al suo cardiologo facendogli visionare i risultati del test.
saluti