Utente 387XXX
Buongiorno, in data 12 luglio 2015 mi sono procurato un infortunio al ginocchio dx giocando a calcio. Al pronto soccorso mi viene riscontrato una distorsione con versamento. Il 24 luglio ho fatto la risonanza magnetica con il seguente esito:rottura del legamento crociato anteriore che mantiene discretamente il duo decorso ( possibile rottura non completa).Concomita endema spongioso midollare al condilo femorale esterno e al di sotto del piatto tibiale contrapposto, posteriormente dove si apprezza distacco parcellare composto (frattura di SEGOND); fissurazione longitudinale del corno posteriore del menisco mediale. Lesione di primo grado del legamento collaterale mediale.
Cortesemente vorrei un vostro parere sul l'entità del danno. Il ginocchio e ancora gonfio e l'articolazione risulta anvora scarsa e rigida.
In attesa di vostro riscontro

Distinti saluti
[#1] dopo  
382191

Cancellato nel 2017
Gentile utente,
direi che il ginocchio ha subito un trauma serio. Per una valutazione dettagliata bisognerebbe testare il ginocchio per vedere quanto 'tengono' i legamenti lesionati. Quello che alla risonanza può sembrare un rottura parziale del crociato anteriore molto spesso è una lesione completa e lo si potrebbe dire comparando i dati della risonanza con quelli della visita clinica. Anche l'entità del danno del collaterale mediale va stimato sulla base delle manovre di stress. Per l'edema midollare, esso a volte è molto sintomatico (dolore), a volte del tutto silente.
Comunque io distinguerei tra ciò che bisogna fare subito e ciò che andrebbe programmato. Ovvero per traumi di questo tipo generalmente la priorità è limitare il dolore e il gonfiore e recuperare il movimento (fisioterapia dopo il periodo di riposo previsto).
Successivamente si riparano i danni. Generalmente il collaterale mediale guarisce da solo (la prognosi è 25-30 gg, variabile a seconda dei casi). Per il crociato il trattamento è chirurgico e lo stesso dicasi per il menisco. Va però sempre valutato se quello che si vede alla risonanza ha un corrispettivo clinico (ginocchio instabile per quanto riguarda il ginocchio, alcuni punti dolorosi e segni meniscali positivi per quanto riguarda il menisco). Inoltre le indicazioni alla chirurgia possono variare in base allo stato complessivo del ginocchio, valutabile in genere sulla RM.
Spero di aver aiutato a chiarire le idee.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 387XXX

Iscritto dal 2015
Buongiorno, la ringrazio per la sua disponibilità. In serata ho la visita ortopedica Le farò sapere lesl'esito. Distinti saluti