Utente 158XXX
Buongiorno, mi chiamo Giovanni, ho 26 anni e da un mese ho un paio di problemi.
Ad inizio agosto mi è salita la febbre a 39 una notte, legata a bruciore fortissimo nella zona del cardias, da non riuscire a mangiare e bere nulla. Dopo qualche giorno in cui la febbre non scende neanche con tachipirina e il bruciore continua decido di andare in pronto soccorso, dove mi dicono di avere tonsillite e mi prescrivono cefixoral, dicendomi che il bruciore è legato alla gola. La febbre con l'antibiotico scende ma il bruciore è sempre più forte, perciò ritorno in prontosoccorso dove faccio ecografia e raggi, tutto nella norma, esami del sangue compresi. Il medico prima di dimettermi mi ordina di fare una gastroscopia. Faccio la gastroscopia pochi giorni dopo e mi trovano una esofagite di quarto grado con fibrina. Curo l'esofagite con una dieta prescritta da un nutrizionista, prendendo esomeprazolo prima dei pasti e gaviscon dopo i pasti. Il bruciore passa completamente ma a distanza di una settimana mi sale di nuovo la febbre a 38, senza sintomi. Il medico di famiglia controlla polmoni e gola, tutto regolare.
Prendo una tachipirina e la febbre scende dopo un giorno. A distanza di una settimana la febbre sale ancora a 39, senza sintomi, solo un po di mal di testa sopportabile. In tutto questo ho scariche fecali irregolari, a giorni diarrea, a giorni feci molto dure e corpose, con perdita di molto sangue rosso vivo misto a scuro e muco attorno alle feci. Tre anni fa sono stato operato di emorroidi di terzo grado e non sono mai "guarito", ho sempre avuto perdite e dolore nella zona del retto durante ogni defecazione. All'ultima colonscopia risalente a due anni fa mi hanno detto che le ferite non erano ancora cicatrizzate. La febbre di queste due settimane mi è venuta esattamente dopo due scariche molto difficili e dure con molto sangue, mi fa un male insopportabile alle gambe, all'ano e alla regione lombare durante la scarica, poi mi viene freddo, partono i brividi e sale la febbre 38 e 39.

Cosa posso fare e a chi mi posso rivolgere?

Grazie mille.
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
Si rivolga a un proctologo evitando di procastinare la visita.
Se desidera faccia pure sapere.
Cordialità.