Utente 390XXX
buongiorno, il 30 maggio in seguito a una caduta mi sono procurata una frattura al collo chirurgico dell'omero destro, sono stata operata il 6 giugno con l'inserimento di un chiodo extramidollare bloccato da due viti e ho tenuto un tutore tipo desault per 45 giorni, durante i quali ho eseguito per tre volte al giorno alcuni esercizi che mi erano stati insegnati in ospedale (movimenti pendolari, elevazione del gomito). Il 14 luglio il controllo radiografico ha evidenziato un buon grado di consolidamento (il radiologo ha scritto "in via di consolidamento" per l'ortopedico invece la frattura era consolidata) e i medici mi hanno fatto rimuovere il tutore e mi hanno permesso di iniziare la fisioterapia. Purtroppo non ho potuto seguire un percorso fisioterapico regolare: ho fatto fino ad ora 7 sedute in un centro nella mia città di residenza, altre sette presso un fisioterapista in una città dove mi sono dovuta spostare per un po', poi ho interrotto nel periodo di ferragosto perché era tutto chiuso (ho fatto esercizi a casa) e ora ho ripreso presso il centro della mia città per altre 4 sedute e intendo continuare ancora.In totale ho dunque effettuato 18 sedute in modo discontinuo Al momento i miei movimenti sono piuttosto limitati: riesco ad alzare il braccio a 90 gradi con un po' di difficoltà, mi viene molto difficile portare la mano sulla testa e non posso allacciare il reggiseno dietro.
In ospedale il 14 luglio non mi sono state fissate nuove visite, nè mi è stato suggerito di fare altre radiografie. Il mio medico di base dice che essendosi l'osso consolidato non è necessario fare altri controlli,ma io sono perplessa e mi chiedo e chiedo a voi se questo sia corretto o se non si dovrebbe essere seguiti da un ortopedico o un fisiatra che controllino l'andamento della guarigione.
Aggiungo che la buona riuscita dell'intervento è stata confermata anche da un ortopedico della città presso cui ho soggiornato ad agosto che ha visto le radiografie effettuate il 14 luglio, che ho la spalla e il braccio un po' indolenziti ma non tanto da dover prendere antidolorifici, che di notte il braccio si intorpidisce (mi sembra che questo avvenga solo se fa caldo).

grazie per la risposta

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Nicola Fredella
24% attività
4% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2010
se, nella radiografia del 14 luglio , si evidenziava il consolidamento della frattura non sono necessari ulteriori esami radiografici. Possono essere invece necessari controlli clinici ortopedici e/o fisiattrici per valutare il grado di recupero dei movimenti ed eventualmente indirizzare meglio il programma fisioterapico
[#2] dopo  
Utente 390XXX

Iscritto dal 2015
grazie, cercherò di muovermi in tal senso.
[#3] dopo  
Utente 390XXX

Iscritto dal 2015
buonasera, continuo la fisioterapia con qualche miglioramento anche se sono ancora lontana dalla normalità, ammesso che vi possa mai ritornare. la prossima settimana dovrei tornare al lavoro (sono un'insegnante), oggi ho provato a guidare e ho constatato che ho un po' di dolore quando scalo le marce, cosa che quindi mi viene un po' difficile anche se non impossibile,secondo lei posso guidare giornalmente per un breve tratto(10/15 minuti) fino a raggiungere la scuola? Sto forse accelerando troppo i tempi? Il mio medico è stato vago anche su questo.
[#4] dopo  
Dr. Nicola Fredella
24% attività
4% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2010
Può usare l'arto come e quanto vuole
[#5] dopo  
Utente 390XXX

Iscritto dal 2015
grazie.
[#6] dopo  
Utente 390XXX

Iscritto dal 2015
Gentile dottore, sono ancora confusa su come prendermi cura della mia spalla e spero di potermi schiarire le idee. Sono 4 mesi che ho tolto il tutore, 6 che sono stata operata. Ho continuato la fisioterapia con notevoli miglioramenti, ma ancora alcuni movimenti, in particolare l'extra-rotazione sono un po' limitati. Oggi ho visto il mio medico di base che ha valutato il mio recupero al 70% circa. Secondo lui posso migliorare ancora, anche solo facendo esercizi a casa. Anche oggi lui non ha minimamente accennato a visite specialistiche.
Devo decidere io se e quando interrompere la fisioterapia? O è meglio che prenoti di mia iniziativa una visita presso un fisiatra, considerando anche il fatto che i fisioterapisti lavorano seguendo le indicazioni di un dottore, indicazioni che in questo momento mancano? Il fatto che lui, a quanto pare, ritenga ulteriori visite del tutto inutili mi confonde.
[#7] dopo  
Utente 390XXX

Iscritto dal 2015
Salve, a novembre ho effettuato una visita fisiatrica nella quale il fisiatra ha confermato quanto detto dal mio medico. Ho fatto un ciclo di sedute in acqua e la mobilità e' migliorata ancora. Tuttavia ci sono alcune cose che ancora mi provocano un po' di preoccupazione. Ad esempio, seduta al tavolo, con braccio steso a novanta gradi, non riesco a sollevare una bottiglia di due litri di acqua. Se invece devo reggere dei pesi con il braccio lungo il corpo, ad esempio i sacchetti della spesa, non ho particolari difficoltà. Ancora, nei movimenti di rotazione o elevazione più estremi, ad esempio se elevo il braccio sopra la testa, sento un po' di dolore alla testa dell'omero. E' normale? Ho smesso ormai con la fisioterapia e non saprei a chi chiedere.
Sono passati sette mesi dalla frattura, sei da quando ho tolto il tutore.

Grazie
[#8] dopo  
Dr. Nicola Fredella
24% attività
4% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2010
Tutto ciò puo essere una normale considerando che una ripresa al 100% dopo questa tipologia di frattura nn si ha mai.