Utente 389XXX
Salve a tutti,
Ho 30 anni e da circa 5 soffro di DE, mi spiego meglio.
I sintomi che accuso in questi anni sono diversi, all'inizio non ho fatto caso perché pensavo fossero derivati dalla relzione in corso in quanto andava verso la fine, ma una volta finita e le occasione con altre ragazze si sono presentate il problema è stato presente se non peggiorato.
Adesso non ho una relazione in quanto non riesco a coinvolgermi sentimentalmente in quanto non provo più quel desiderio sessuale che prima invece non sapevo dell'esistenza in quanto soddisfavo in pieno le mie ex partners.
Le cause sono oltre al mancato desiderio non ho nessuna erezione spontanea durante la giornata, stessa cosa quando mi sveglio non noto nessuna differenza. Altro sintomo che ho notato e che i testicoli sembrano vuoti, non producono seme e quanto mi masturbo il liquido è minimo, se ripratico la masturbazione a distanza di ore capita che non fuori esce niente. Durante inrapporti occasionali l'erezione non raggiunge il top, molte volte si ammoscia anche durante il rapporto orale con la partner e le figure che faccio non sono il massimo.
Tramite il mio medico ho eseguito vari esami, prolattina testosterone lh lhs urinocoltura, spermiogramma, spermiocoltura, tutte con esito nell norma eccetto lo soermiogramma che risulta il quantitativo del seme di soli 2.5 con la motilità degli spermatozoi del solo 40%. Inoltre ci sono diversi globuli bianchi e rossi presenti ma che non hanno evidenziato nessuna infezione prostatica come si aveva pensato.
A breve avrò una visita ecodoppler testicolare ma a questo punto non so a quanto possa essere utile visto i precedenti esami.
Quello che vorrei chiedervi è a cosa dipende sentire i testicoli vuoti, non avere erezioni spontanee e la causa della riduzione del seme? Sonk tutte cause connesse tra loro? Quali esami se possibile dovrei ancora eseguire? Il mio medico purtroppo non ha saputo rispondermi e io oltre ad aver contattato un urologo per un ecodoppler non saprei a chi e come rivolgeemi.
Spero di avere se possibile una valutazione sui miei sintomi, o per lo meno le possibile cause in attesa di vedere il mio urologo e parlarne con lui.
Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mario De Siati
32% attività
20% attualità
16% socialità
ALTAMURA (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2000
Gentile lettore , in mancanza di fattori di rischio quali fumo ecc. ecc. penserei ad una componente di tipo psicogeno, eviti la masturbazione eccessiva, faccia una visita andrologica e successivamente, in assenza di problemi organici, una valutazione psicosessuologica. distinti saluti .
[#2] dopo  
Utente 389XXX

Iscritto dal 2015
Buon pomeriggio e grazie per aver risposto alla mia domanda.
Non sono un fumattore e non ho mai fumato in quanto trovo fumare un modo molto sporco e poco igeneo. Comincio a pensare che non esista una risposta per molti di noi che soffriamo di questo problema. Tramite amicizie ho avuto modo di confrontarmi ma sono stato rassicurato che non era dovuto a un problema psicologica. Non avere più quel desidero di punto in bianco e avere problemi di disfunzione erettile sembrerebbe più un problema fisico. Tempo fa ho lavorato nel settore nautico, è capitato alcune volte di non rispettare le norme di sicurezza sul lavoro, mi spiego meglio. Mi occupavo di verniciare le barche, alcune volte è capitato di non indossare la mascherina di protezione. Le verniciature venivano a mano e non con aria e pistola, praticamente come quando imbianchi le pareti di casa. In qualche modo potrebbe andare a connettersi al mio problema?
Saluti