Utente 394XXX
Buonasera, mia mamma di 91 anni soffre da due di fibrillazione atriale. Era in cura con Coumadin ma ha avuto problemi di emorragie ed é stata trasfusa (due volte quest'anno a gennaio e a giugno) quindi il medico di famiglia ha cambiato terapia somministrando Plavix da luglio. Da allora l'emoglobina é stabille. Il medico del centro Tao non è molto d'accordo in quanto dice che la terapia con solo Plavix non é sufficiente per rischio ictus. Ora il mio dubbio: ricominciare con Coumadin e rischio di altra emorragia o continuare con Plavix e rischio ictus? Chiedo cortesemente un vostro parere in merito....non so proprio a chi dare retta. Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il Plavix - clopidogrel, non protegge dalle tromboembolie da f.a.
A volte nell'anziano e' difficile trovare il giusto equilibrio dell' INR con il Coumadin.
Abbiamo davanti due strade:
1 - passare ai nuovi anticoagulanti orali
2 - impiegare le punture sottocute di eparina a basso peso molecolare ad un dosaggio congruo per il peso della paziente

Data l'eta della paziente consiglierei di passare alle iniezioni sotto cute
Arrivederci