Utente 329XXX
Salve, sono sicuro che questo sia un consulto già richiesto, ma non riesco a stare tranquillo se non sono io a farlo. In pratica, stamattina ho avuto un rapporto non protetto con la mia ragazza, un rapporto durato poco perché ho eiaculato abbastanza in fretta anche se non era mia intenzione farlo. Puntualizzo che non ho eiaculato all'interno, quello che mi preoccupa è che dopo abbiamo avuta una serie di piccoli rapporti a intervallo di tempo. Dopo la prima eiaculazione mi sono lavato accuratamente, inoltre ho "spremuto" il pene al fine di far uscire spontaneamente quelle perdite che sarebbero potute uscire durante un secondo rapporto. Il secondo rapporto c'è stato dopo circa 10-15 minuti e ne abbiamo avuti altri tre a intervalli dello stesso tempo e di una durata ognuno di circa 5-10 minuti al massimo e in nessuno dei quali c'è stata una seconda eiaculazione. Mi preoccupa che appunto delle eventuali perdite potrebbero andare a fecondare, perchè effettivamente delle perdite c'erano quando cacciavo il pene, ma odorandole non mi davano l'idea che fosse sperma e le ho sempre pulite, ma sono preoccupato. Quale potrebbe essere il rischio di un'eventuale gravidanza? Lei ha 17 anni, non saprei se provare a farci prescrivere la pillola o fare qualche altra cosa, perciò chiedo questo consulto, spero di ricevere aiuto.. Grazie in anticipo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
la pratica che ci ha descritto è a rischio. Basso rischio, ma il rischio c'è. Impossibile quantificarlo in dettaglio.
[#2] dopo  
Utente 329XXX

Iscritto dal 2013
Grazie per aver risposto.. Se il rischio c'è lei cosa mi consiglia di fare?
[#3] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
sarebbe opportuno che la sua compagna parlasse dell'accaduto quanto prima o con il suo ginecologo o presso un consultorio
[#4] dopo  
Utente 329XXX

Iscritto dal 2013
Il problema principale è proprio questo.. La sua situazione familiare non è delle migliori tanto che i suoi genitori non sanno della nostra storia nonostante va avanti già da due anni, quindi sarebbe impossibile per lei fare una visita ginecologica.. Avevo pensato di parlarne con il mio medico di famiglia e farmi consigliare anche da lui, magari la pillola non so, sono disperato..